venerdì 26 agosto 2016

Giovani giovani, correre forte e via


FRANCESCO SALMI torna da avversario a Lentigione
Marcia di avvicinamento alla prima giornata di campionato con la sfida di Coppa in programma domenica pomeriggio nel piccolo rettangolo di Lentigione.
Per regalarsi un'altra domenica con un impegno ufficiale abbiamo sudato non poco contro il Castelvetro. Noi, squadra giovane e quasi completamente rifatta, tante assenze e la defezione di un animale da area di rigore hanno graziato i modenesi che sono rimasti in partita nonostante la doppia inferiorità numerica fino alla fine. Mattatore di giornata un uomo di Salmi, quel Simone Pessagno arrivato dalla Vigor Carpaneto (ex Pro Piacenza e Fidenza) che con un cinismo smisurato ha infilato la porta per ben due volte facendo pendere la bilancia dalla nostra parte a scapito dei bianco-blu dal budjet milionario. Contro il Castelvetro si è visto pure Massimo Bagatti di persona, presente in tribuna a visionare noi e i modenesi, e suoi ex.
Ora si torna nella vicina Lentigione di patron Amedei, contro una pari categoria che ha ritoccato quanto basta l'organico per fare ancora di più. Mezgour è passato da noi e al suo posto hanno preso Bignotti. In attacco al fianco dell'intramontabile Miftah hanno ingaggiato bomber Rocco. Dietro le punte di diamante quel Savi che sarebbe stato un grandissimo innesto per noi. Dopo esserci scottati con in vecchi, forse meglio così. Giovani giovani, correre forte e via.
In porta potrebbe essere schierato il nostro ex Jean-Marie Comune e davanti a lui la sorpresa Longhi arrivato dal Salsomaggiore dove ha fatto vedere ottime cose. In amichevole, non avevamo fatto male. Uno a zero per i giallo-blu (o bianco-rossi?) circa un mesetto fa.
Nella Lentigione che ha visto protagonisti i nostri: Napoli, Mezgour, Pessagno e Delnevo allenati da Francesco Salmi possiamo provare a misurarci contro una squadra che punta a fare un campionato importante nei piani alti della classifica. Un match per provare a crescere ancora di più come ha detto in settimana il vice-presidente Luca Baldrighi. Per tenere alti i ritmi in vista dell'inizio imminente del campionato. Non sarà disponibile Ettore Guglieri espulso domenica scorsa per intervento duro ai danni di un avversario. Potrebbero esserci altre novità con gli inserimenti degli ultimi arrivati: Matteo Bagaglini al centro della difesa, il neo-acquisto Paolo Contini sulla corsia mancina, Lorenzo Lari dietro le punte.
ancora una volta LENTIGIONE-FIORENZUOLA!



mercoledì 24 agosto 2016

Errata Corrige di Armarcord

chiedo venia.. pardon. ERRATA CORRIGE per il post di "Amarcord ROSSONERO" pubblicato il 23 agosto.


L'immagine d'antan qui sopra fu immortalata dal campo durante un match della formazione JUNIORES FEDERALI dell'US FIORENZUOLA.

Sarà stato un settembre o a primavera nei primi anni 70' visiti gli indumenti leggeri. Non Gavazzi Giovannino nelle vesti di allenatore ma GIORGIO MONTESCANI che fu calciatore Rossonero nella prima squadra negli anni 60' (A & O Fiorenzuola). Un passato anche nelle giovanili dell' AC Milan. Nella nostra foto in piedi dinnanzi alla sgangherata panchina c'è dunque Montescani a impartire direttive ai ragazzi insieme al fratello.

Seduti sulla pista sono in 3 : Ermanno Sorrenti del Premio Sport (storico esercizio commerciale fiorenzuolano), Fanni e con la maglietta chiara Luigi Pinalli, attuale presidente Rossonero in carica dalla tribolata estate del 2002. Ne è scaturita dunque una vera chicca.

Devo ringraziare molto GRAZIANO MOLINARI del 56' anch'egli ex calciatore del FIORENZUOLA
per avermi contattato e fornito precisi chiarimenti.

Grazie ... e sempre FORZA FIORE!


gli SPONSOR

Per andare avanti servono anche loro..
Oltre ai main-sponsor TAL-SIDERPIGHI, NUOVA CASER e PROFUMERIA PINALLI ci sono tante altre realtà cittadine e della provincia a dare il proprio contributo..
PISATI, TIPOGRAFIA MARCHI, TURNI, PARIETTI, L CENTRO DEL FRENO, TIRAMANI, WINDSURF, MAC MAR, FERRARI RESTAURI, SAVER, TECO, ARREDORAMA, ANTONIO FINOTTI, ELFO, NEGRI STUDIO FOTOGRAFICO, RISTORANTE DA FACCINI, RAMENZONI CAFFE'.

Forza US FIORENZUOLA CALCIO

martedì 23 agosto 2016

Tempi che furono (Amarcord)

Non conosco la data di questa foto in bianco e nero..

L'immagine è stata scattata al Comunale. La panchina dove ora impartisce le dritte mister Salmi era da soli tre posti. Le riserve sedute sull'allora anello in terra battuta del velodromo. Erbacce dappertutto.
Le tute in lanina con la scritta bianca US FIORENZUOLA al centro.

Uno di quelli in piedi potrebbe essere il fiorenzuolano Giovannino Gavazzi (allenatore), con trascorsi in serie B a Catania e nella Massese.

Sullo sfondo si intravede la porta interna dei vecchi spogliatoi e della sede. E la zona gradinata, allora adibita a parcheggio di vecchie Fiat.


Come cambiano i tempi. Ma le domeniche sono sempre quelle. Da favola dal 1922 ad oggi..
SEMPRE FORZA US FIORENZUOLA CALCIO !

domenica 21 agosto 2016

FIORENZUOLA-Castelvetro 2-1 Simone Pessagno (doppietta) - COPPA ITALIA


SIMONE PESSAGNO abbracciato dai compagno (foto di LIBERTA.IT)
Si allunga l'avventura Rossonera in Coppa Italia, grazie al successo in esordio contro il neo-promosso Castelvetro. Il nuovo Fiorenzuola targato Francesco Salmi parte bene, mostrando nella prima mezz'ora di gioco idee e buone trame di gioco. Il Castelvetro lavora di contropiede. Pochi ritocchi in estate con la conferma dei buoni, i protagonisti della loro storica promozione in serie D. L'impronta giusta per ambire in alto. L'avversario gioca a memoria e con tre tocchi è micidiale. Il Nicolas Cage del gol (Cozzolino) manda nel pallone il nostro Reggiani e al secondo tentativo i modenesi passano infilando Vagge. Con una squadra completamente rifondata, tanti giocatori passati in prova non si poteva chiedere subito gioco e vittoria. I ragazzi di Salmi sono stati bravi a rimanere uniti e a fare le cose semplici come aveva chiesto il tecnico di Bologna. Una buona mezz'ora, il calo e poi il ritorno nella ripresa con quel rigore su fallo tecnico o no che ha fatto imbufalire tutto lo staff ospite e che è costata la doppia inferiorità numerica ai bianco-azzurri di Serpini che per agonismo ed esntusiasmo mostrato in campo volevano troppo vincere questo match e continuare in Coppa. La svolta cade non ricordo a che minuto della ripresa. Alessandro Napoli ex di turno e attaccante di grande movimento incassa una manata al volto dal numero 2 ospite proprio a ridosso della porta difesa da Tabaglio. Sul proseguo dell'azione l'arbitro è richiamato dal segnalinee e suggessivamente va ad espellere Galassi e a decretare un calcio di rigore a favore del Fiorenzuola. Sul dischetto va la maglia numero 7 Mezgour. Tiro potente e angolato che si stampa sul palo. Maledizione. Ci avevano detto però che il parmigiano Pessagno 5 o 6 gol li fa tutti gli anni. Sembra esserci e poi non esserci nella giornata del debutto, fatto sta che è lestissimo a portarsi sulla ribattuta del pallone e appoggiarlo in rete. Proteste a non finire degli avversari. Espulso anche il 7. Ora possiamo piegare definitivamente il Castelvetro e invece di affondare il coltello è come se fossimo rimasti stupiti per tradizione della pioggia di cose a sfavore degli ospiti. Letteralmente bloccati. La superiorità numerica a lungo andare ci aiuta colpiamo una traversa poi su cross al bacio piovuto dalla destra svetta più in alto di tutti ancora lui, Simone Pessagno per il gol che può valere il passaggio del turno. Ora i Rossoneri sono padroni del campo ma un minimo errore può riaprire i giochi e siccomè siamo bravi ma giovani e ancora in rodaggio ci sta di perdere una palla importante. Vagge rimedia buttandosi sul pallone e salvando il risultato. Nel frattempo non vi ho detto che era volato un altro Rosso ma stavolta ai danni di Guglieri. I minuti finali corrono via senza apprensioni e così ci si regala un altra domenica di calcio vero in vista del debutto di campionato in quel di Poggibonsi del 4 settembre.
Giocare in uno stadio bello come il nostro ti fa capire tante cose. Tornare alla domenica al Comunale per seguire il Fiore è sempre unico e speciale. Mancavano troppo le domeniche giù al campo. Ritrovarsi è sempre bello. Bellissimo.Vedere Andrea Petrelli (capitano) impegnato da terzino destro vale il prezzo del biglietto. Non è un vedere è un ammirare. Bene il classe 1998 Fany prodotto del settore giovanile partito titolare. Bene Barbieri con la maglia numero 4 davanti alla difesa. Personalità e pochissimi fronzoli per l'ex mediano della Berretti della Cremonese. Bene il tunisino Bouhali con la maglia numero 10. Bene Adil Mezgour che sarà quel che sarà ma è un cavallo e la spinta che da alla squadra è impressionante.
Siamo solo all'inizio. Segnali positivi e cose da correggere. Test come quelli di oggi sono davvero importanti. Con soli diciotto effettivi a disposizione, il via a vai di calciatori per trovare quelli giusti da vestire di Rossonero per un intero anno, un mese scarso di preparazione niente più, le assenze di Lari in mezzo al campo, di Botchway, di Bersanelli, Contini e Bagaglini in difesa, la punta madre che non abbiamo insomma non si poteva chiedere di più. Il cerchio di maglie Rosse e Nere a centrocampo a partita finita da minuti con in mezzo Salmi spiega tante cose. Si possono vincere partite anche così.
BRAVI RAGAZZI! SEMPRE FORZA MAGICO FIORE!

Fiorenzuola-Castelvetro 2-1
Fiorenzuola: Vagge, Petrelli, Guglieri, Barbieri, Pizza, Reggiani, Mezgour, Pessagno, Fany (72’ Storchi sv), Bouhali (81’ Buffagni sv), Napoli (70’ Pezzi sv). All. Salmi
Castelvetro: Tabaglio, Galassi, Laruccia, Spezzani (80’ Mandelli sv), Farina, Serra, Boilini, Covili, Bagatti, G. Cozzolino (62’ S. Cozzolino), Greco (62’ Vernia sv). All. Serpini
Arbitro: Maninetti di Lovere (De Ambrosis-Simeone)
Note: giornata calda, terreno in ottime condizioni, spettatori 400 circa. Espulsi Galassi (C) per fallo violento, Boilini (C) per doppia ammonizione e Guglieri (F) per fallo violento. Ammonito Reggiani (F)
Reti: 40’ Boilini (C), 60’ e 83’ Pessagno (F)

sabato 20 agosto 2016

Un Fiorenzuolano alla corte di Salmi

Da piccolo alla domenica seduto in gradinata ad assistere il fratello Michele centrale difensivo del triste Fiorenzuola di Settimio Lucci.
A distanza di anni PAOLO CONTINI torna al Comunale per rinforzare il pacchetto arrestrato disegnato da mister Salmi.
Contini è un terzino sinistro che arriva in prestito dal Piacenza del vernaschino Arnaldo Franzini. Ha fatto tutta la trafila nel settore giovanile biancorosso dai pulcini sino alla prima squadra.
Classe 1997, 26 presenze nel campionato di serie D scorso, titolare nei match bollenti contro il Lecco e il Seregno, CONTINI rappresenta un ottimo rinforzo per lo scacchiere di mister Salmi.

e domani finalmente si torna in campo per la prima al Comunale, valevole per la fase priliminare della Coppa Italia di serie D, domenica 21 agosto, ore 16 :
FIORENZUOLA-CASTELVETRO MODENA

giovedì 18 agosto 2016

LARI e l'italo-tunisino BOUHALI per il centrocampo


il neo-rossonero LARI LORENZO contrastato la Pietro Pighi
Altri due colpi messi assegno dal Team Manager Luca Baldrighi che si assicura le prestazioni del trequartista LORENZO LARI e dell'esterno offensivo di centrocampo AIMEN BOUHALI. Due pezzi da novanta voluti da Francesco Salmi. I due ragazzi erano già presenti alla seduta di allenamento di martedi 16 agosto. Nella giornata di ieri è arrivata la firma nero su bianco nella sede di via Campo Sportivo 1.

C'è non credeva in Temperino poi chi già pregustava Arati e chi sognava Selvatico alla fine l'ha spuntata questo giovane emiliano nel rispetto della politica dei giovani tracciata dalla società i due nuovi innesti vanno a completare il reparto di centrocampo. Senze prime donne.
LARI originario di Carpi, scuola Modena e Sassuolo, un diploma in ragioneria, nonostante la giovane età (è del 1994) ha centimetri e muscoli e già alle spalle tre campionati di serie D. Due alla Correggese alle dipendenze di mister Bagatti dove è stato nostro avversario (62 presenze in biancorosso e 3 reti in due anni) e una al Ribelle di coach Mauro Antonioli (ora al Ravenna) nello scorso campionato (33 presenze con 4 reti, una realizzata al Parma di Apolloni).
Il ragazzo a cui sarà affidato il centrocampo ha la stessa età di Marmiroli obiettivo mancato di luglio. L'età giusta per affermarsi e regalare soddisfazioni all'ambiente Rosso-Nero.
duello LARI - Guglieri di qualche anno fa
Dal Gubbio di Masi (Lega Pro) dove ha totalizzato una ventina di presenze arrivà l'esterno mancino di centrocampo AIMEN BOUHALI. Un italo-tunisino classe 1995 che come Lari ha vestito la casacca della Correggese ex squadra di mister Salmi e vanta anche esperienze nella Primavera del Genoa.
AIMEN BOUHALI con la maglia rosso-blu del Gubbio lo scorso anno
DOMENICA 21 AGOSTO ore 16 debutto in Coppa allo stadio Comunale
FIORENZUOLA-Castelvetro Modena

mercoledì 17 agosto 2016

MATTEO BAGAGLINI è ROSSONERO

Tassellato il reparto arretrato con l'arrivo del classe 1992 laziale MATTEO BAGAGLINI

Stopper centrale dalla notevole stazza atletica, Bagaglini ha fatto la trafila nei settori giovanili professionistici della Cisco Roma e del Pescara. Nell'annata 2010-2011 a soli 18 anni, ha esordito in serie D con la Renato Curi Angolana. Nel club abruzzesi il ragazzo di Velletri si è messo in mostra e l'anno successivo è arrivata la chiamata in serie C del Chieti. Una stagione sempre in C al Martina Franca poi il ritorno a Chieti.
Negli ultimi due anni, la nuova maglia n°6 del Fiorenzuola ha maturato altre esperienze nei campassi del Sud, a Celano, a Genzano con la maglia de Cynthia e in Sardegna nella Nuorese.

L'ingaggio di Bagaglini da garanzie sulla carta, esperienza e fisicità alla linea difensiva Rossonera rimasta orfana di Alessandrini e colpita da diversi altri infortuni.

martedì 16 agosto 2016

il test di Salò e l'impegno di Coppa

Continua la preparazione in vista dell'inizio di campionato (4 settembre), per trovare il migiore assetto e la giusta rotta indicata da Francesco Salmi.
Sabato scorso, al "Lino Turina" di Salò i Rossoneri capitanati da Andrea Petrelli (schierato terzino destro) sono stati sconfitti per tre reti a zero dai padroni di casa del Feralpi Salò allenati da Antonino Asta impegnati nel campionato di serie C.
La società lombarda ha fornito ai Rossoneri nel mercato estivo i giovani Vagge (portiere) e Pizza (stopper) entrambi partiti titolari. In prova il mediano Ragnoli ex Brescia e l'esterno offensivo ganese Bocthway.
Una tappa importante nel lavoro di avvicinamento al Campionato.

Il prossimo impegno, è già un impegno ufficiale. Domenica 21 agosto allo stadio Comunale, turno preliminare di Coppa Italia contro una matricola che si preannuncia terribile: il Castelvetro di Modena. L'ex squadra di Alessandro Napoli ha confermato il tecnico della promozione Serpini, bomber Cozzolino e l'ex faro di centrocampo di Salmi il modenese Covili. Fiore all'occhiello del mercato estivo la firma dell'attaccante ex Modena: Giuseppe Greco.
Un Castelvetro dunque ambizioso perchè quando una neopromossa conferma il gruppo e mette a segno qualche ritocco importante, può sognare sulle ali dell'entusiasmo grandi soddisfazione. Ne sappiamo qualcosa noi di Fiorenzuola.
Con una squadra rifatta quasi da zero, ancora alla ricerca di un mediano che sappia dettare i tempi e dare solidità, contro un avversario con una voglia matta di stupire sulla scia della campionato appena vinto ..non si potrà pretendere la luna. La voglia di ripartire, D conoscere i nuovi e mister Salmi è davvero tanta.
io vado.. FORZA RAGAZZI! FORZA US FIORENZUOLA!

venerdì 12 agosto 2016

Esordio a Poggibonsi



Si parte il 4 Settembre. Prima di campionato in Toscana, ore 15 a domicilio del Poggibonsi.



Adriese-Ribelle
Scandicci-Mezzolara
Colligiana-Castelvetro
Correggese-Pianese
Imolese-Sangiovannese
Lentigione-Delta Rovigo
Poggibonsi-Fiorenzuola
Ravenna-Rignanese
Virtus Castelfranco-San Donato Tavarnelle






I leoni toscani sono allenati dal siciliano Domenico Giacomarro di cui ricordo la figurina Panini nella militanza cadetta nel Licata di Zeman. I dirigenti hanno come obiettivo dichiarato il ritorno in Lega Pro. 


Alla seconda di campionato al Comunale, subito la sfida di prestigio contro RAVENNA. I romagnoli sono allenati da un ex banidera del Ravenna dei tempi d'oro, quel Mauro Antonioli che era stato all'epoca vicino a indossare la nostra casacca Rosso-nera.

Un inizio tinto di GIALLO-ROSSO in pratica... contro due nobili decadute della SERIE C.

Poi si imbocca la via Emilia per raggiungere l'IMOLESE e il suo bell'impianto, per la terza di campionato. I rossoblù sono fra i favoriti.

Il 9 ottobre: Fiorenzuola-LENTIGIONE


Un inizio di campionato per niente facile per i ragazzi di mister Salmi.

Potrebbe portare bene: Ultima di campionato il 7 maggio a Castelfranco Emilia che ricorda Virtus Castelfranco-FIORENZUOLA 33esima della stagione 2010-11 con la matematica salvezza del raggiunta dal Fiorenzuola in terra modense. Quel Fiorenzuola allenato prima da Gottardo e poi da Viali era stato ripescato a inizio stagione.

In tanto continua la preparazione al campo n°2 con gli esami per i giovani e i calciatori in prova. Il mediano toscano Yuri Papi e il centrale difensivo Mauro Bagaglino gli ultimi arrivati. Domani, sabato 13 agosto, ore 17, è prevista l'amichevole in terra lombarda contro il FERALPI SALO' club di serie C, prima del riposo di Ferragosto.

giovedì 11 agosto 2016

Usciti i gironi di serie D! Torniamo nel girone D

La Lega Nazionale Dilettanti ha diramato oggi alle 13 i nuovi gironi della serie D 2016-17:

Torniamo nel girone D dove come al solito c'è un po di tutto. Si parte dall'Emilia per spaziare al Veneto e scendere lungo la costa Adriatica per poi valicare gli Appennini e raggiungere la Toscana. Un ritorno all'antico per noi. Nel raggruppamento del Sud del Nord, direbbe il senatur.

Girone a 18 squadre forse più agevole a nostro avviso rispetto al girone Lombardo e al Piemontese-Lombardo.

Sono 6 le trasferte "corte". 12 quelle impegnative, soprattutto quelle ostiche per antonomasia in Toscana per chilometraggio autostradale e agonismo.

Ravenna, Sangiovannese, Poggibonsi, Rovigo e FIORENZUOLA le nobili decadute.
C'è la novità bianco-verde Rignanese, la squadra del presidente del consiglio Matteo Renzi. Il Castelvetro di Modena ex compagine di Alessandro Napoli al primo anno in serie D. Altre novità per noi: la Pianese (bianconeri di Toscana), il San Donato Tavarnelle, l'Adriese, la Colligiana.
Ritroviamo le big: Lentigione e Delta Rovigo (con gli ex Piacenza Santinelli e Boccanera), Correggese e Imolese, lo Scandicci, il Mezzolara (club del paese di Salmi: Budrio), la Ribelle, la Virtus Castelfranco di Chezzi abbonata alla serie D.

Girone D 2016-17: Adriese, Castelvetro Modenese, Colligiana, Correggese, Delta Rovigo, US FIORENZUOLA, Imolese, Lentigione, Mezzolara, Pianese, Poggibonsi, Ravenna, Ribelle, Rignanese, San Donato Tavernelle, Sangiovannese, Scandicci, Virtus Castelfranco.

Coppa Italia di Serie D:  il turno preliminare è in programma domenica 21 agosto mentre il primo turno (entrambi a eliminazione diretta in gara unica) è fissato per domenica 28 agosto.

Ora tocca a noi ..farci trovare pronti e competitivi.
Missione SALVEZZA.
FORZA MAGICO FIORE !

martedì 9 agosto 2016

la Geografia della SERIE D 2016-17

FIORENZUOLA sorride perchè in qualche modo ci siamo anche noi.. per la diciassettesima volta.. speriamo di fare bene. In attesa della redazione dei gironi ecco le invitate al grande ballo. Fra abbonate e new entry.

LA GEOGRAFIA della SERIE D 2016-17 regione per regione:
PIEMONTE (9): Borgosesia, Bra, Casale, Chieri, Cuneo, Gozzano, Pinerolo, Pro Settimo, Virtus Verbania
LIGURIA (9): Argentina, Fezzanese, Finale, Lavagnese, Ligorna, Sporting Recco, Sanremese, Savona, Sestri Levante
LOMBARDIA (23): Bustese, Caravaggio, Caronnese, Cavenago Fanfulla, Ciliverghe Mazzano, Ciserano, Darfo Boario, Folgore Caratese, Grumellese, Inveruno, Lecco, Legnano, Olginatese, Oltrepó Voghera, Pergolettese, Pontisola, Pro Patria, Pro Sesto, Scanzorosciate, Seregno, Varese, Varesina, Virtus Bergamo
TRENTINO A. ADIGE (3): Dro, Levico, Virtus Bolzano
VENETO (17): Abano, Adriese, Altovicentino, Arzignano Chiampo, Belluno, Calvi Noale Campodarsego, Delta Rovigo, Este, Legnago, Luparense, Mestre, Montebelluna, EC Pievigina, Union Ripa, Vigasio, Virtus Vecomp Verona
FRIULI V. GIULIA (3): Cordenons, Tamai, Triestina
EMILIA ROMAGNA (13): Alfonsine, Virtus Castelfranco, Castelvetro, Correggese, FIORENZUOLA, Imolese, Lentigione, Mezzolara, Ravenna, Ribelle, Romagna Centro, Sammaurese, San Marino
MARCHE (8): Castelfidardo, Civitanovese, Fermana, Jesina, Matelica, Monticelli, Recanatese, Vis Pesaro
UMBRIA (4): Città di Castello, Foligno, Sansepolcro, Trestina.
TOSCANA (16): Colligiana, Gavorrano, Ghivizzano, Grosseto, Massese, Jolly Montemurlo, Montecatini, Pianese, Poggibonsi, Mobilieri Ponsacco, Real Forte Q., Rignanese, Scandicci, San Donato Tavernelle, Viareggio, Sangiovannese
LAZIO (10): Albalonga, Anzio, Ciampino, Cynthia, Flaminia, Monterosi, Ostiamare, Rieti, Trastevere
ABRUZZO (6): Avezzano, Chieti, L'Aquila, Pineto, San Nicolò, Vastese
MOLISE (2): Campobasso, Olympia Agnonese
CAMPANIA (12): Agropoli, Aversa, Cavese, Città di Nocera, Frattese, Gelbison, Gragnano, Herculaneum, Marcianise, Pomigliano, Sarnese, Turris
PUGLIA (6): Bisceglie, Gravina, Manfredonia, Nardò, San Severo,
BASILICATA (4): Francavilla, Picerno, Potenza, Vultur Rionero
CALABRIA (5): Castrovillari, Palmese, Rende, Roccella, Sersale
SICILIA (5): Due Torri, Gela, Igea Virtus, Sancataldese, Sicula Leonzio
SARDEGNA (7): Arzachena, Lanusei, Latte Dolce, Muravera, Nuorese, San Teodoro, Torres

Quante nobili decadute, come sempre nell'olimpo dei dilettanti non mancano: i nerostellati del Casale nostra vecchia conoscenza dei tempi della serie C come il Ravenna, il Lecco (cazzo ..il pareggio dello scorso anno ancora non mi va giu), la Pro Sesto affrontata lo scorso anno, la Pergolettese della vicina Crema, udite udite la Pro Patria, la Triestina, il Legnano (lilla), la Massese, gli arancio-neri di Mestre, la Vis Pesaro, il Ponsacco e la Viareggio. Poi c'è la Sanremese il Savona affrontata in Interregionale in un testa a testa veramente avvincente (1989-90), il San Marino. Il Grosseto che era in serie B con Luigi Consonni solo pochi anni fa.

Ritroveremo il Fanfulla risorto grazie a una fusione. A portare le zebre di Lodi in serie D ci ha pensato il bomber pittore Paolino Curti (che in estate è passato alla Pergolettese) nelle vesti di tecnico alle prime armi con in squadra gli ex rossoneri Dragoni e Guerini. Ritroveremo anche la Pievigina, compagine di Pieve di Soligo che aprì una breve parentesi nel campionato di serie C2 1990-91. Il Borgosesia del diesse rossonero mancato Di Battista.

Al centro-sud Italia quanti derby e quanto fascino fra ex regine del calcio minore professionistico italiano con: Chieti, Fermana, L'Aquila, Vastese, Potenza, Turris, Cavese e Torres.

Scanzorosciate che nome, quasi uno scioglilingua. Sarà la prima volta in D per il club lombardo.

La Correggese del presidente Lazzaretti che vince, gioca e rigioca spareggi e poi non vuole andare su perchè evidentemente si è affezionata a questa categoria.

Tre capoluoghi di regione: Campobasso, Potenza e Trieste e tanti capoluoghi di provincia. La Lombardia è la regione più rappresentata con ben 23 club iscritti al torneo, un record ma a noi di Fiorenzuola d'Arda non nominateci la Lombardia...
speriamo di fare bene!


domenica 7 agosto 2016

Lentigione-FIORENZUOLA 1-0 (amichevole)


REGGIANI e PETRELLI, in secondo piano ALESSANDRINI
Nel secondo test amichevole di precampionato i Rossoneri di Salmi si devono arrendere a un Lentigione più rodato e definito. Tanti gli infortunati e acciaccati: il portiere Rizzo, Bersanelli, Delnevo, Delporto, Botchway. In campo al Levantini un Fiorenzuola in linea verde con Petrelli, Mezgour e Guglieri a fare le chiocce.
Sono partiti titolari Alessandro Vagge fra i pali, il giovane bielorusso ex Parma Koliatko sulla corsia mancina; e al centro della difesa il neo-acquisto Pizza (1997) e il gigante nigeriano Adedoyin Sanni ex Lega Pro nell'Aquila. Il nuovo capitano Petrelli schierato terzino destro. In mediana dal primo minuto il cremonese Barbieri. Maglia numero 10 al prodotto del settore giovanile Fany. Nella ripresa sono entrati il n.12 D'Appolito, Alessandrini, Reggiani, Masseroni, Maggi, Storchi e Ragnoli.

SANNI è partito titolare al centro della difesa

LENTIGIONE-FIORENZUOLA   1-0
Lentigione: Comune, Candio, Traorè, Roma, Rieti, Galuppo, Berti, Hima, Pandiani, Miftah, Bignotti. A disposizione: Nava, Ogunleye, Longhi, Zanola, Fyda, Sane, Andersen, Fanti, Savi, Silva. Allenatore: Gianluca Zattarin.
Fiorenzuola: Vagge, Petrelli, Koliatko, Barbieri, Pizza, Sanny, Mezgour, Pessagno, Fany, Guglieri, Napoli. A disposizione: D’Apolito, Alessandrini, Reggiani, Galli, Colacchio, Masseroni, Buffagni, Ragnoli, Maggi, Storchi, Pezzi. Allenatore: Francesco Salmi.
Marcatori: Fanti (L) al 1’ st.


REGGIANI

MEZGOUR

sabato 6 agosto 2016

3 arrivi dal Lago di Garda

Dopo il ghanese Botchway altri 3 arrivi dal Lago di Garda, per il FIORENZUOLA.
Sono il portiere classe 1996 ALESSANDRO VAGGE affrontato la scorsa stagione sia all'andata che al ritorno contro il Pontisola. Il talentuoso difensore classe 1997 PIETRO MARIA PIZZA e il centrocampista classe 1994 NICOLO' RAGNOLI. Tutti e tre sono allenati con i primi due che sembra siano stati subito tesserati. Ragnoli si è aggregato in prova perchè dovrebbe andare a ricoprire il ruolo di mediano davanti alla difesa e qui la società non può permettersi di sbagliare. Pochi scampoli di presenze in serie C con il FeralpiSalò di Daiana nella passata stagione per il ragazzo bresciano che vanta apparizioni in serie B da titolare con il Brescia.
I tre ragazzi si sono gia allenati ieri con il resto del gruppo e oggi saranno a disposizione per il match amichevole contro il Lentigione di Zattarin (ore 17).

Continua questa curiosa collaborazione con il FeralpiSalò. E' stata anche fissata un amichevole per sabato 13 agosto il lombardia contro i verde-azzurri al posto nel test contro la Reggiana.

venerdì 5 agosto 2016

il salmo di oggi ...lettera D

Passati per il rotto della cuffia (anche se ne arriveranno altri).
Non so quanto lo meritiamo, visto il verdetto sul campo dello scorso anno. Però è bello esserci.

Esserci ancora nella prima vetrina del calcio Nazionale dei dilettanti. Affacciati alla finestra assieme a club che hanno fatto la storia del calcio italiano.. un dono, un privilegio domenicale che non tutti riescono ad apprezzare.

Nella serie A dei dilettanti e delle cittadine d'Italia ci saremo ancora anche noi, con il nostro stadio da 4000 posti, 2000 al coperto. Ci saremo ancora con una maglia che ha quasi 100 anni di storia senza fallimenti e 15 campionati si serie C racconti da diario cuore. E anche se al settimo giorno ci fischiano sempre contro, allora vedi, alla fine contiamo ancora qualcosa.

Ci saremo ancora fra i soliti tanti guai. Privi dei gol di Delporto per un intera mezza stagione (sperando che non succeda come con Corso), senza un mediano che faccia girare tutto. Tanti guai ma poi tutto come al solito passa perché se hai una grande passione torna il sorriso e la voglia di fare non tramonta mai.

Facciamo una fatica tremenda a mantenere questa serie e il bello è che è anche difficile scovare il perché ..ma ci siamo ancora. Senza promesse ai giovani, senza cifre esorbitanti per convincere un campione di categoria a vestire i colori sociali, senza dover passare le domeniche su gradoni (se ci sono) di campi da oratorio sotto l'acqua battente e copiosa della domenica.

Senza proclami, quasi in punta di piedi siamo in una categoria che in tanti ci dico: vi si addice.

*** Un'altra avventura in cui immergersi a capofitto ..perché il FIORE è il FIORE.. da quando eri piccolo, e al campo ci andavi con papà.

"Siamo tutti contenti anche se aumentano le difficoltà. Lo speravano tutti, in particolare la società e i ragazzi reduci dall'ultima stagione, che hanno una gran voglia di riscatto. Dobbiamo però essere consapevoli che sarà una stagione dura, più che una serie D sarà una C2, ma stiamo lavorando duramente perché vogliamo farci trovare pronti". il salmo di oggi. Parola di SALMI

US FIORENZUOLA campionato 2016-2017

E' serie D !




mercoledì 3 agosto 2016

Sabato in amichevole a Lentigione

Continuano le sedute di allenamento aperte al pubblico al campo n.2 in vista dei primi impegni ufficiali della stagione 2016-17.

 
ALESSANDRO NAPOLI e SIMONE PESSAGNO i primi gol del nuovo Fiorenzuola

Sabato è previsto un test amichevole a Lentigione contro la compagine locale del presidente Benassi che militerà in serie D, ex squadra di mister Salmi, Mezgour, Delnevo, Napoli e Pessagno.
La squadra gialloblu è allenata dal confermato Zattarin e annovera fra le sue file: l'esperto centrocampista Filippo Savi, il nostro ex portiere Jean-Marie Comune, e il forte bomber veneto Daniele Rocco (ex Termolan Abano e Imolese) affiancato dall'eterno Miftah e da Bignotti ex Pro Piacenza per un attacco davvero super. Poi c'è il portiere Nicolò Charalambopoulos, cognome non nuovo a Fiorenzuola, Igor Charalambopoulos fu allenatore in seconda ai tempi di Gregorio Mauro. Un test importante per noi.

In attesa di sapere che campionato si disputerà, sembra che si saprà domani giovedì 4 agosto è quasi certa la graduatoria dei ripescaggi che ci vede al 4 posto :
1. Scandicci
2. San Donato Tavernelle
3. Sansepolcro
4. Sancataldese
5. Caravaggio
6. Vigasio
7. Fiorenzuola
8. Picerno
9. Serpentara Bellegra Olevano

Nella prima uscita di domenica scorsa contro la formazione Berretti del Parma allenata da Stefano Morrone sono andati in gol : Alessadro Napoli (doppietta), Pessagno (doppietta), Guglieri e il giovane fiorenzuolano Calogero Simone.


lunedì 1 agosto 2016

per la mediana c'è ARATI

Un colpo di mercato importante messo a segno dal vicepresidente Luca Baldrighi in vista del possibile ripescaggio in serie D.
Dalla Jesina (serie D marchigiana) arriva il centrocampista reggiano classe 1990 MATTEO ARATI.
Arati (non Arata) è cresciuto nelle giovanili della Reggiana dove ha esordito in Lega Pro nel campionato 2008-09 (a soli 18 anni) agli ordini di mister Alessandro Pane. Un frammezzo da protagonista nella Primavera della Fiorentina di Sergio Buso poi il ritorno a casa con 5 campionati in serie C con la casacca granata collezionando una quarantina di presenze. Nel gennaio 2014 firma con l'ambiziosa Virtus Bassano allenata da Petrone. Nella stagione 2014-15 passa alla Pro Patria di Montanari, sempre in serie C (25 presenze).
Nello scorso campionato, è approdato alla Jesina a campionato di serie D in corso. Con la squadra biancorossa ultima in classifica a zero punti, il nuovo centrocampista rosso-nero è stato fra i protagonisti della risalita della compagine marchigiana che ha chiuso il campionato a metà classifica.
Mediano puro da piazzare davanti alla difesa per far giostrare la squadra, Arati può essere impiegato anche da mezz'ala. Arati che arriva a Fiorenzuola nel pieno della maturità (26 anni) può garantire tecnica ed esperienza al reparto rimasto orfano di un altro reggiano: Alessandro Sessi.
Dalla Jesina avevamo già pescato anni fa. Con l'arrivo di Centofanti che grazie ai suoi gol contribuì non di poco alla salvezza in serie D campionato 2002-03.
Arati impreziosisce un organico ben costruito e va affiancare i vari Petrelli, Pessagno e Guglieri per un centrocampo che promette cose davvero interessanti da vivere la domenica.


domenica 31 luglio 2016

i programmi dell'US FIORENZUOLA campionato 2016-17

Intervista ai dirigenti Rossoneri Luigi Pinalli e Luca Baldrighi.

nella mattinata di oggi, domenica 31 luglio, prima sgambata dell'anno calcistico contro la Berretti del Parma a Collecchio. 



venerdì 29 luglio 2016

un ghanese e un rumeno

JASON AMPONSAH BOTCHWAY  è un esterno offensivo ghanese come: Asamoah, Muntari, Essien, Acquah, Agyemang-Badu, Kevin-Prince Boateng. Classe 1997 arriva dalla Berretti del Feralpi Salò di Gianpiero Piovani. Il talentuoso centrocampista vanta due gettoni di presenza con la prima squadra bresciana in serie C agli ordini di mister Aimo Diana.

CIPRIAN STANCIU centrocampista romeno originario di Bucarest classe 1990 con trascorsi nei campionati minori di Romania, Ungheria e Spagna.

martedì 26 luglio 2016

il primo giorno del nuovo Fiorenzuola targato Salmi.

E anche il primo giorno è arrivato. Nel tardo pomeriggio di lunedi 25 luglio si è radunato il nuovo Fiorenzuola targato Salmi. A lato della tribuna "Eugenio Villa" dello stadio Comunale (un ritorno all'antico), il presidente Pinalli e il team manager Luca Balgrighi hanno presentato la nuova squadra. Presenti anche il vice-sindaco Paola Pizzelli e l'assessore Massimiliano Morganti a testimoniare quanto siano vicine le istituzioni allo storico e glorioso sodalizio di via Campo Sportivo 1.
Quanti giocatori chiamati agli ordini del neo-tecnico mister Salmi (in polo tecnica nera). 4 le conferme (Petrelli, Guglieri, Masseroni e Reggiani), 16 gli acquisti con ben 7 stranieri e tanti giovani in prova: Dellavolpe e Visoni del Pro Piacenza, l'esterno offensivo ganese Botchway dalla Primavera del Feralpi Salò di Piovani, Colacchio fal Crotoni e in più il centrocampista rumeno classe 1990 Ciprian Stanciu dall'Atletico Segundo (serie C spagnola). Il neo-tecnico bolognese scelto dalla società per ripartite dopo le cocenti delusioni dello scorso anno, inizierà un lavoro intenso con i ragazzi per cementare il gruppo, fare crescere e preparare i giovani, dare un gioco e un'anima a questo nuovo Fiore. Campionato di Eccellenza o serie D? Lo scopriremo solo ad agosto. In tanto, la squadra c'è e la voglia di fare bene sembra proprio non mancare.
I tatuaggi di bomber Napoli, il carisma di Mezgour, gli occhi di ghiaccio di Pech (futuro Capitano), la calma di Masseroni ci sono proprio tutti, anche Francesco Del Porto in stampelle reduce dall'operazione al crociato sinistro di giovedì scorso. La nuova maglia griffata Errea tornata a tinta unita come la vuole la storia: tutta rossa con bordature nere e calzoncini neri.


il TABELLONE delle prime Amichevoli
20 agosto: Fiorenzuola-Reggiana (Berretti)
13 agosto: FIORENZUOLA-Reggiana
6 agosto: Lentigione-FIORENZUOLA
31 luglio (ore 10) a Collecchio: Parma (Berretti)-FIORENZUOLA


Convocati U.S. FIORENZUOLA 1922 – STAGIONE 2016/17
PORTIERI:
Nicholas Rizzo, ‘98, (Reggiana)
Eduard Bogdan Marinca, ‘97, (Pro Piacenza)
Matteo D’Appolito, ‘98, (settore giovanile del Fiorenzuola)
Nicholas Ballerini, ‘99, (settore giovanile del Fiorenzuola)
DIFENSORI:
Lorenzo Reggiani, ‘96, (confermato)
Gianmaria Del Nevo, ‘96 (Colorno)
Domenico Scarpato, ‘97 (Reggiana)
Yan Koliatko, classe ‘98, (Parma)
Fabio Galli, ‘98, (settore giovanile del Fiorenzuola)
Matteo Dellavolpe, ‘97, (Pro Piacenza)
Antonio Colacchio, ‘97, (Crotone)
Filippo Alessandrini, ‘91 (Fidentina)
Andrea Bersanelli, ‘89 (Vigor Carpaneto)
CENTROCAMPISTI:
Andrea Petrelli, ‘85, (confermato)
Ettore Guglieri, ‘84, (confermato)
Simone Pessagno, ‘93 (Carpaneto)
Nicola Buffagni, ‘98, (Reggiana)
Kevin Kequi, ‘97, (settore giovanile del Fiorenzuola)
Mattia Masseroni, ‘96, (confermato)
Luca Visoni, classe ‘98, (Pro Piacenza)
Jason Amponsah Botchway, ‘97, (Feralpi Salò)
Chima Kader, ‘98, (settore giovanile del Fiorenzuola)
Andrea Barbieri, ‘97 (Cremonese)
Ciprian Georgian Stanciu, ‘90 (Atletico Saguntino)         
ATTACCANTI:
Adil Mezgour, ‘83 (Lentigione)
Alessandro Napoli, ‘88, (Castelvetro)
Andrea Storchi, ‘98, (Reggiana)
Calogero Simone, ’97, (settore giovanile Fiorenzuola)
Francesco Delporto, ‘92 (Carpaneto)
Alessandro Maggi, ‘97, (settore giovanile Fiorenzuola)
Lorenzo Pezzi, ‘97 (Piacenza)

STAFF TECNICO U.S. FIORENZUOLA – STAGIONE 2016/17
ALLENATORE: Francesco Salmi
PREPARATORE PORTIERI: Emilio Tonoli
PREPARATORE ATLETICO: Cristian Agnelli
MEDICO SOCIALE: Bruno Sartori
FISIOTERAPISTA: Matteo Mozzoni
TEAM MANAGER: Luca Baldrighi
DIRIGENTE ACCOMPAGNATORE: Roberto Pezza e Peveri
SEGRETERIA PRIMA SQUADRA: Paola Carini
MAGAZZINIERI: Maurizio Bongiorni e Giuseppe Mancini


LE PRIME PAROLE DEI PROTAGONISTI ROSSONERI:
«Il nuovo gruppo è stato costruito in piena sintonia con la società, ma voglio precisare che le responsabilità sono solo ed esclusivamente mie».
Francesco Salmi


«Siamo convinti di prendere parte alla prossima Serie D – spiega Pinalli – perché la federazione ci ha garantito il ripescaggio al 90 per cento. Per l’ufficializzazione attendiamo il 4 agosto e intanto iniziamo a lavorare».
Presidente Luigi Pinalli


«Sono molto fiducioso, qualunque sia la categoria in cui giocheremo» esordisce il centrocampista rossonero, allargando poi il discorso: «Sono orgoglioso e onorato di indossare la fascia di capitano di una squadra in cui sono passati giocatori che hanno fatto la storia del calcio italiano».
Capitan Andrea Petrelli


«Abbiamo una rosa molto giovane, con alcuni ragazzi provenienti da società professionistiche a cui aggiungiamo giocatori del vivaio e qualche atleta esperto. Partiamo in tanti, il mister nelle prossime settimane valuterà tutti e alla fine della preparazione deciderà chi potrà rimanere nella rosa della prima squadra e chi invece rientrerà nelle giovanili».
Una stagione, quella dello scorso anno, da dimenticare immediatamente. Fiorenzuola l’ha fatto, lasciandosi alle spalle i momenti negativi ripartendo con entusiasmo facendo tesoro degli errori commessi. «Nell’ultimo campionato è andato tutto male, dopo le tre ottime annate precedenti. Mi sento di ringraziare ancora il tecnico e il direttore sportivo che non fanno più parte del nostro gruppo ma hanno vissuto con noi periodi bellissimi. Purtroppo nel calcio succede che non tutto possa andare bene, adesso ripartiamo da capo dopo aver digerito una delusione notevole, perché nello sport bisogna saper accettare anche la sconfitta».
Tantissime le novità, quella più importante è probabilmente la guida tecnica, affidata a Francesco Salmi. «In questi due mesi si è già instaurato un bel rapporto. Ci ha dato tanti input per il mercato, settore in cui gli ho dato una mano e dove speriamo di aver fatto bene; in questo mese di preparazione valuteremo se intervenire nuovamente in base alla categoria che andremo ad affrontare. Per adesso posso dire che ripartiamo con una squadra composta da ragazzi seri che devono diventare uomini, per avere un nucleo solido anche per gli anni a venire».
Team Manager Luca Baldrigni


“Preferisco non fare previsioni sul numero di reti, l’importante è che tutta la squadra giochi bene. Mi è bastato un minuto per accettare la proposta della società, sono felice di essere qui e di poter dare il mio contributo alla causa”.
Adil Mezgour

domenica 24 luglio 2016

SILVER e il suo addio al calcio giocato


" Ho cominciato 34 anni fa…in un mondo che sembra preistoria dove un bambino di 6 anni poteva prendere la bicicletta da solo ed andare ad allenamento..niente playstation, tablet, smartphone, selfie….solo quel maledetto pallone da calciare dalla mattina alla sera.
Ho avuto la fortuna di potermi allenare e fare persino qualche amichevole con campioni pazzeschi, gente che ha fatto un paio di mondiali, gente che ha vinto la champions league e prima ancora la coppa dei campioni.
Sono stato persino allenato qualche volta da un allenatore che è tra i più vincenti nella storia del calcio, per me il più grande di tutti, che ha saputo vincere ovunque e che già da allora faceva vedere, alla sua prima esperienza, di arrivare da un altro pianeta.
Ho conosciuto brevemente, troppo brevemente purtroppo, il professionismo, ma nei dilettanti ho trovato gioia, divertimento, il sapore autentico di questo sport e sono stato ampiamente ripagato di tutti i sacrifici che ho fatto, di tutte le sere che non sono uscito, di tutto quello che non ho potuto vivere quando ero ragazzo e ancora sognavo di farlo diventare il mio mestiere.
Ho avuto la fortuna di conoscere centinaia di ragazzi fantastici, compagni di squadra strepitosi, malati di questa passione. Alcuni di loro sono diventati miei grandi amici, qualcuno si è rivelato forse senza nemmeno saperlo, un appoggio e un sorriso in momenti particolari della mia vita.
Ho sentito per centinaia di volte quella sensazione che solo gli attaccanti possono capire…quando tutto sembra rallentare, quasi fermarsi, e senti quel rumore che fa la palla contro la rete, quell’attimo che si ferma il respiro e la adrenalina va a mille, e non capisci più nulla anche se giochi davanti a 4 pensionati appena usciti dal circolo.
Ho vinto tanto, per fortuna, ma ho imparato molto anche dalle sconfitte, perché è nelle difficoltà che scopri su chi puoi contare.

Ho vinto anche un campionato a 38 anni a Fiorenzuola, in una piazza dove mi sono sentito un professionista, con un gruppo di persone che mi si è attaccato al cuore come una seconda pelle; un gruppo che si è creato in una sera magica di inverno, dove “quattro ragazzi con la chitarra” (letteralmente) sono diventati un unico imbattibile blocco…i minatori che mi porterò dentro per sempre e che hanno polverizzato ogni record.
Ho avuto l’onore di giocare nei “rossi”, una squadra diventata leggenda tanto che qualcuno dice di esserci stato anche nessuno se lo ricorda…..
Ho giocato in 4 province, in decine di società…qualcuna mi è rimasta più nel cuore di altre ma mi sono appassionato a ognuna di esse, alle persone che giravano intorno, ai 5 tifosi che avevano, persino ai bar di paese!!!! () perché mi sono immerso fino in fondo in ogni avventura..e forse questo è stato il segreto del mio entusiasmo e delle amicizie che ovunque ho creato, anche fuori dal calcio.
Ho persino giocato (e segnato, o meglio la palla mi ha picchiato contro ed è entrata) in Senegal, davanti a 2000 persone, in un viaggio indimenticabile e dove, un giorno, decine di bambini che non hanno nulla sono esplosi di gioia solo perché un gruppo di pazzi ha fermato il pullman e ha improvvisato una sfida sulla sabbia….e che mazzata che abbiamo preso!
Ho messo in questo sport tutto me stesso, convinto che il calcio sia passione, cuore, sacrificio, umiltà…e tanto divertimento! cose che purtroppo sto vedendo sempre meno ma non esiste solo il calcio, si possono fare tante altre cose!
Ho cercato di accompagnare tutto con tanta ironia, perché troppa gente si prende troppo sul serio in questo sport, tanto che qualcuno non l’ha capita ma è un problema loro.
Scusandomi con le persone a cui ho accorciato la carriera (qualche centrocampista in squadra con me e qualche difensore avversario finito in stato di shock), lascio come giocatore dopo 20 campionati esatti nei dilettanti, migliaia di km, migliaia di pizze e milioni di litri di birra….e un ultimo goal segnato nella porta e nel campo dove ho cominciato 34 anni fa (è un segno del destino??)…non lascio questo ambiente, mi attende subito una nuova sfida e un nuovo ruolo dove ho tutto da imparare….
Grazie mamma, grazie papà…la vostra immancabile presenza in tribuna è sempre stata una gioia per me e un grande orgoglio per la famiglia che avete costruito.. "


Simone Silvestri

SILVESTRI SIMONE o meglio Silver ha vestito la maglia del Fiorenzuola per poco, nella sola stagione 2013-14 (campionato di Eccellenza). Meno di una decina di gol di cui ricordo con nitidezza quello segnato a Noceto e quello in notturna contro una davvero scorbutica Arcetana (sua ex squadra) che era valso oro perchè la partita proprio non si voleva schiodare dal pareggio. Ma quello che più ricordo di questo bomber su d'età, con la maglia del Fiore, era la rapidità con cui si era immerso nell'avventura di riportare in serie D il Fiorenzuola, nell'immediatenza del calarsi nei panni e dare il tutto per la causa, del legare e lottare con i compagni.. acciderbolina, avesse avuto qualche primavera in meno  la carriera l'avrebbe chiusa da Noi. 

sabato 23 luglio 2016

il portamento

Eleganza in campo e fuori.. il portamento con la maglia del Fiorenzuola lo hanno avuto in pochi.
La divisa a strisce rosse e nere. Un tempo era completamente rossa ben bordata di nero con i calzonzini nero carbone, idem i calzettoni. Ordine e cura dell'aspetto.. movenze e tecnica alla domenica in campo.
il palermitano Casisa, vince senz'altro il premio numero uno per portamento e tecnica. Non da meno l'eterno capitano: Dennis Piva.
Facendo scorrere l'album dei ricordi verrebbe da dire: Andrea Gorrini d'Alseno, sempre sbarbato e taglio di capelli impeccabile. Poi Bruno Conca, uno che in fatto di esperienza e tecnica al di là dell'aspetto curato la sapeva lunga. Massimo Pedriali, bomber che segno poco dalle nostre parti. La punta emiliana Massimo Spezia (arrivò dal Carpi) con il gel e la riga da parte, anche lui mai un capello fuori posto. Marcucci che fa rima con Bonucci, il forte difensore di Lucca con il vizio del gol che quando segnava di testa sembrava Salas e quando il Pisa veniva dalle nostre parti lui e il portiere di riserva, il "bello" Alessandro Testaferrata ne combinavano di tutti i colori. il cremonese Roberto Galletti, un nobile di alto rango in mezzo all'area di rigore. Il numero 5 Gaetano Teresi. De Angeli altro n.5. Geremia Dragoni e il parmigiano Michele Tagliavini con il suo scorpione. Sandro Melotti uno degli ultimi grandi con la stravaganza nei tagli di capelli. Andrea Sandrini regista di centrocampo di Asola da poco accasatosi al Carpaneto. i due Cozzi. Il pisano Luciano Dondo eGianbattista Lombardini con Andrea Delledonne da Codogno. Il giovane Pietro Pighi. Francesco Volpe che eleganza in campo, ma alla fine una delle più grosse delusioni degli ultimi anni.
Fra i pali. Ha fatto scalpore a Euro 2016 il pigiamone dell'attempato portiere dell'Ungheria: Gabor Kiraly. Niente a cui vedere con gli altrettantoinguardabili calzoncini bianco neve, due/tre taglie in più alla Fantozzi indossati dal bresciano Roberto Serena (Us Fiorenzuola primi anni 90') a contrastare non di poco con i leggins neri dal gatto di Baires: Hugo Daniel Rubini.

Di leggins ricordo anche quelli di Stefano Pompini di un bomber in calzamaglia. Spietato attaccante del Fiore anni 90' famoso per quella doppietta o tripletta alla femmina in arancione Sammargheritese.

Panchina, staff tecnico: A Massimo Abbati allenatore nel campionato di Eccellenza 2006-07 la palma d'oro. Poi menzioniamo Busatta fra gli allenatori. Da sottolineare il baffo impeccabile del traghettatore Bonioli, il completo giacca e cravatta di Natalino Gottardo non da meno quello di Gianni Lombardi (in pochi se lo ricoderanno) di recente diesse alla Medesanese. Per la verve ed eleganza, il vice-presidente Roberto Pighi.

cerchietti, cordini per raccogliere la chioma di tutte le specie per il portiere scrittore Amir Tabloni, per Deiforti altro portiere, il parmigiano ora svizzero Andrea Guatelli.. quanti portieri. l'attaccante pugliese Morga nella passata stagione, Roberto Sala difensore goleador, Gianni Garghentini, Luca Dosi da Lodi, l'attaccante abruzzese Marco Pelliccia.






giovedì 21 luglio 2016

PEZZI per l'attacco, forfait Temperino

E' gia in salita la nostra strada in vista della preparazione del campionato 2016-17.
Francesco Delporto sarà out per tanti mesi, rottura del crociato durante la "scappatella" del 17 luglio scorso. Un fulmine a ciel sereno. La società Rossonera spiazzata dall'infortunio dell'attaccante parmigiano che doveva vestire la maglia numero 9 è tornata subito sul mercato virando a sorpresa sul giovanissimo attaccante codognese LUCA PEZZI, classe 1997, la trafila nel settore giovanile del Piacenza, poi il passaggio agli allievi nazionali dell'Atalanta dove ha vissuto l'anno più prolifico con Bolton e Leicester che si erano interessate a lui; un anno alla primavera del Carpi di Garzon poi il ritorno al Piacenza lo scorso anno dove ha collezionato 5 in serie D sotto la guida di Arnaldo Franzini da Vernasca, zero reti.

Fausto Ferrari, Francesco Morga e compagnia briscola, dopo le cocenti delusioni dei colpi di mercato della passata stagione si sognava di rivedere in Rossonero un autentico cannoniere da doppia cifra. Incoscienza e la sfiga ci hanno messo ancora lo zampino. I ricordi dei brutti incidenti occorsi a Corso e a Sessi sono ancora freschi. Oggi con Delporto, la scia di infortuni che non si arresta, non si azzera. Un bell'handicap insomma che non riusciamo a scrollarci di dosso.

Pezzi andrà ad aggiungersi al reggiano Storchi (1998) e ai più navigati Napoli e Mezgour. A loro dunque il compito di tenere su la baracca e garantire i gol che sono di fondamentale importanza per fare punti. I gol che sono mancati nella passata stagione. Mezgour in chiave anagrafica, con i suoi 33 anni andrà a bilanciare l'età media di un reparto importante.
Per sopperire alla grave mancanza di Delporto, non un bomber di provata esperienza ma un giovanissimo. Incrociamo le dita. Che non sia un'altro Barocelli.

CENTROCAMPO, altro problema non da poco con il palermitano Temperino (1986) che non si presenterà al raduno. Al suo posto un altro giovanissimo, il regista classe 1997 ANDREA BARBIERI dalla Berretti della Cremonese di Gatti.

Sono saliti a 15 gli acquisti rossoneri. Se dovesse essere serie D, con il ripescaggio della squadra dei presidenti Pinalli-Pighi-Baldrighi il capitolo giovani potrebbe essere chiuso visto il numero attuale di under in rosa.

LUNEDI 25 si parte per prepararsi al meglio in vista della stagione sportiva, con le scelte e le direttitve del neo-mister Salmi che viste le ultime vicissitudini in casa Rossonera diventano davvero interessanti..
FORZA ROSSONERI! FORZA US FIORENZUOLA CALCIO !

martedì 19 luglio 2016

tegola Delporto? e il caso Tommasoni


Proprio non ci voleva. A meno di una settimana dal raduno rischiamo di perdere il nostro attacante principe Francesco Delporto.

Voluto fortemente dalla società Rossonera sembra che l'attaccante parmigiano classe 1992 si sia infortunati in un amichevole benefica disputata a Collecchio il 17 (sottolineo 17) luglio scorso fra il Parma e una rappresentativa di calciatori della zona "Amici di Max" che annoverava anche gli ex: Bovi e Ramundo.

Nella giornata di oggi era prevista la risonanza magnetica. L'ambiente è in forte apprensione. Speriamo che non sia nulla di grave.


L'episodio di Delporto ricorda quello di Marco Tommasoni. Attaccante veronese classe 1984 presentato al raduno dell'estate del 2009, iniziò la preparazione ma presto venne a galla un infortunio muscolare che lo avrebbe tenuto al palo per diversi mesi perdendo la preparazione estiva. La società repentinamente tornò sul mercato trovando l'accordo con Alessandro Chiurato (un ritorno) che realizzò 17 reti. Tommasoni era reduce da una stagione in serie D alla Castellana Castelgoffredo (8 reti). Dopo il "no" del Fiorenzuola disputò scorci di campionato dell'Orvietana e nel Pontedera, forse provò un avventura da calciatore in Australia. Nella passata stagione a soli 31 anni ha allenato in Eccellenza veneta.
Altri casi analoghi in Valdarda di "infortuni che fanno male" quelli di Marco Samaritani (precampionato del primo anno in serie C2) e di Torresani. L'infortunio di Marco Torresani nella fatal Lodi in un amichevole agostana contro il Fanfulla programmata dal Fiorenzuola. L'infortunio fu talmente grave che costrinse il centrocampista di Cremona ad appendere le scarpette al chiodo e causò non propri problemi alla compagine rossonera con il mercato in fase di chiusura.


lunedì 18 luglio 2016

25 luglio RADUNO e PRESENTAZIONE del nuovo Fiorenzuola

Manca una settimana esatta al raduno del nuovo Fiorenzuola targato Salmi.

L'appuntamento è fissato per lunedi 25 luglio allo stadio Comunale. Un ritorno all'antico che interrompe la tradizione degli ultimi anni che voleva il primo giorno dell'U.S. con presentazione della squadra all'Auditorium San Giovanni.

Come negli anni di Villa si ritorna a fare tutto al Comunale: raduno e preparazione estiva. Sono 14 i volti nuovi tutti da scoprire senza contare i cambiamenti nello staff tecnico.

Da bomber Napoli a Delporto, il gigante Alessandrini, la schiera degli stranieri; ci sono tante novità tutte da scoprire sotto questo sole caldo di metà luglio. Tanta voglia di tornare a vincere e vedere buon calcio. La squadra del cuore è una sola..

Tutto è quasi pronto per ripartire di gran lena. Il Bongio e gli altri collaboratori a lavoro da giorni sotto la supervisione attenta e scrupolosa di mister Francesco Salmi, uno che ha fatto del calcio non solo un mestiere ma una grande passione.