mercoledì 18 marzo 2009

CRONISTORIA EVENTI FIORENZUOLANI

 
DATE STORICHE:
29 luglio 923: Fiorenzuola è teatro di una tra le più sanguinose battaglie dell'epoca, combattuta tra Berengario I, imperatore del Sacro Romano Impero e re d'Italia e l'antagonista Rodolfo II re di Borgogna.
1056: l'allora Arcivescovo assieme ad alcuni concittadini si reca ad Orange (Francia) per supplicare il dono di parte delle reliquie di San Fiorenzo.
1248: l'imperatore Federico II durante la lotta tra Guelfi e Ghibellini fa distruggere l’abbazia di Fiorenzuola.
Metà del 1500: vengono spianate le mure della città. Il motivo è tutt’oggi oscuro.
1519: iniziano i lavori di costruzione della Chiesa di San Francesco.
1569: anno in cui risale il più antico documento a noi rinvenuto concernente la vita amministrativa: il Regolamento per la comunità di Fiorenzuola.
1582: anno in cui, sotto il dominio dei Pallavicino, si insedia una corposa comunità di circa 200 Ebrei che prende residenza nella Contrada di Caravaggio (via Mazzini). Questa florida e ricca comunità israeliana rimase insediata fino alle leggi razziali del 1939.
1628: si abbatte sulla città una terribile pestilenza che provoca la morte di più della metà dei circa 2200 abitanti.
1688: viene eretto il ponte pedonale in legno sul torrente Arda.
1762: Gaetana Moruzzi fonda l’ospedale cittadino.
1776: “HUC HUSQUE!” il torrente Arda straripa e allaga Fiorenzuola e la sua Collegiata.
27 giugno 1805: Napoleone Bonaparte transita a Fiorenzuola salutato da una folla entusiasta.
1829: i reali di Sicilia sostano all’Albergo Croce Bianca (nato prima del 1600).
25 febbraio 1831: si registrano violenti scontri tra un battaglione austriaco forte di 500 soldati ed una colonna di 170 insorti, in gran parte studenti venuti da Parma a presidiare Fiorenzuola.
14 luglio 1833: la Duchessa Maria Luigia d’Austria emana un decreto che da il via alla costruzione del nuovo ponte sull’Arda.
1837: Maria Luigia d’Austria inaugura l’attuale ponte sull’Arda che va a sistituire quello in legno pedonale che imboccava Porta Piacenza. Il nuovo ponte è costato 95.000 lire, lungo 69,70 mt, 5,30 è l’altezza dall’alveo.
26 marzo 1848: nel periodo dei moti insurrezionali, l'anzianato delibera la formazione di una guardia civica nazionale per mantenere l'ordine pubblico.
10 maggio 1848: Fiorenzuola, quasi all'unanimità dei votanti (573 su 584) si annette al Piemonte.
1859: Fiorenzuola è annessa ufficialmente al Regno d’Italia.
1864: Realizzati i giardini di Piazza Caduti "il salotto verde della città" su progetto dell'architetto Concari.
1° gennaio 1866: Fiorenzuola adotta ufficialmente il nome attuale.
1862: si costituisce la Società di Mutuo Soccorso promotrice delle case operaie. Una delle prime in Italia. Tra il 1904 e il 1922 la società gestisce oltre 250 vani.
1870: ha inizio la pubblicazione dell'almanacco fiorenzuolano "Il Doppio Pescatore di Chiaravalle" pubblicato dalla tipografia cittadina Pennaroli e diffuso a livello nazionale e anche all'estero.
1892: viene inaugurata la raffineria Agip Petroli, la prima in Italia. Conta 300 dipendenti.
1894: viene costruito il Macello nell'attuale Largo Battisti.
Seconda metà del XIX secolo viene costruito: il teatro Verdi, la ferrovia, le scuole, il nuovo cimitero, viene raddrizzata la via Castellana, vengono realizzati il macello, i giardini pubblici di piazza Caduti, l’impianto gasogeno di viale Cairoli ecc.
1905: l’illuminazione dell’intero paese passa da sistema a petrolio al sistema a gas.
1911: si iniziano i lavori per la realizzazione del “vascone”, il serbatoio pensile per la raccolta dell’acqua potabile. Ha una capacità di 200 mc d’acqua.
1921: anno di nascita del presepe di Baselicaduce che poi diventerà meccanico e sarà allestito ogni anno fino ai giorni nostri.
1922: nasce l’Unione Sportiva Fiorenzuola Calcio, fondata da Erminio Casella. La maglia è tutta nera con lo stemma comunale sul petto.
17 ottobre 1923: viene inaugurato il campo sportivo Aldo Milano, l’attuale stadio Comunale, con pista di ciclismo in terra battuta.
11 novembre 1923: viene inaugurato il monumento ai Caduti della guerra del 1915-18 nell’omonima piazza, progettato dall’architetto Manfredi e realizzato grazie ad una sottoscrizione popolare.
1925: Palazzo Verderi in Corso Garibaldi diventa ufficio postale.
26 aprile 1945: I reparti alleati giungono a Fiorenzuola alle 10,25; la città è liberata. E’ la fine della Seconda Guerra Mondiale. Fiorenzuola è stato dopo Alseno, il secondo Comune della Provincia di Piacenza ad essere liberato.
1948: Nasce il Circolo Filatelico Numismatico di Fiorenzuola.
1950: viene realizzato il sottopassaggio pedonale della via Emilia in zona Porta Chiusa, attuale piazza Taverna.
Primavera 1953: forte scossa di terremoto registrata a Fiorenzuola d'Arda con crepe nei muri, cornicioni precipitati, crolli di porzioni di vecchi capannoni. La gente si riversa in strada e molti trascorrono la notte nelle auto parcheggiate nelle vie.
9 novembre 1953: compie un secolo di vita il Teatro Giuseppe Verdi.
11 marzo 1954: per la prima volta nella sua storia Fiorenzuola supera il tetto dei 12.000 abitanti. Sono esattamente 12.003
1956: Nasce il Club Cinematografico di Fiorenzuola.
18 settembre 1956: Fiorenzuola è elevata al titolo onorifico di città.1950-1960: sono gli anni della ricostruzione e dell’insediamento dell’Agip Petroli.
6 marzo 1956: violentissimo e pauroso incendio al deposito della raffineria di prodotti petroliferi Agip Petroli lungo la via Emilia. Le fiamme vengono domate in 27 ore delle squadre dei vigili del fuoco di Fiorenzuola, Piacenza, Parma, Milano. I danni sono calcolati in mezzo miliardo di vecchie lire. Nell'accorrere sul posto un autopompa dei vigili travolge due donne, uccidendone una.
18 maggio 1959: Sant'Angelo Lodigiano-Fiorenzuola 3-3 e la squadra di calcio del paese è promossa in Quarta Serie Nazionale.
19 settembre 1959: un elefantino fugge dal Circo Togni e si ripara nelle aule delle scuole elementari.
6 luglio 1965: un ciclone formatosi a Cadeo imperversa per otto minuti nelle campagne circostanti provocando 5 morti, decine di feriti e danni per cinque miliardi di vecchie lire. Il fenomeno ha interessato anche i territori di Fiorenzuola in località Barabasca.
1967: è il periodo di massimo spendore per le sale cinematografiche piacentine. Grande successo di pubblico anche per i due cinema fiorenzuolani: il Risorgimento ed il Capitol.
21 dicembre 1959: sono gli anni del boom economico, viene innaugurato l'Autogrill Pavesi di Fiorenzuola d'Arda che sovrasta autostrada A1 con notevoli benefici per l'economia del paese. Progettato dall'architetto Emilio Bianchetti, fu il primo autogrill a ponte realizzato in Europa.
29 luglio 1963: inaugurazione nuovo Ospedale Civile di Fiorenzuola d'Arda lungo via Roma.
1963: Affiora un ciclo di affreschi del '400 all'interno della Collegiata di San Fiorenzo.
1970: abolizione del mercato domenicale trasferito nella vicina Carpaneto.
1972: Nasce la Corale di Fiorenzuola.
19 dicembre 1979: Rinvenuta nella Chiesetta della Buona Morte una statua lignea a grandezza naturale del Cristo morto, risalente al ‘600 e attribuita ad uno scultore parmigiano.
Gennaio 1985: caduti oltre un metro e venti centimetri di neve, un record. Il fenomeno ha interessato tutto il territorio di Piacenza e gran parte della Pianura Padana.
Agosto 1985: pericoloso incendio sulla via Emilia provocato da un incidente stradale che ha rischiato di mandare in fuoco mezza città.
9 settembre 1986: rinvenuta in una casa di via Mazzini una 'Mezuzà, antica pergamena religiosa ebraica.
1989: Viene messo fuori servizio lo storico serbatoio idrico.
25 giugno 1995: la squadra locale di calcio, l’U.S. Fiorenzuola 1922 perde lo spareggio per il salto in serie B allo stadio Dall’Ara di Bologna, contro la Pistoiese.
Estate 1997: il Velodromo Pacciarelli di Fiorenzuola è palcoscenico della Coppa del Mondo di ciclismo su pista.

2002: L'area della Barabasca è inserita nella top ten delle 10 aree più appetibili del Nord Italia dal quotidiano "Sole 24 Ore".
2008: Inaugurazione della Tangenziale di Fiorenzuola d'Arda. Il centro cittadino interessato dalla via Emilia torna a "respirare" e a valorizzarsi.2009: importanti variazioni alla viabilità con la realizzazione di nuove rotonde alle porte della città. Il semaforo nell'incrocio fra la via Emilia e viale Illica viene rimosso e sostituito da una rotonda.
estate 2009: Inaugurazione piscina di Fiorenzuola d'Arda dopo i lavori di rifacimento della piscina scoperta con nuova laguna.
28 novembre 2009: Piazza Fratelli Molinari si trasforma per un giorno in un set per uno spot televisivo di una catena di supermercati trasmesso dalle reti televisive nazionali. Nella piazza, anni orsono era già stato ambientato scene di un documentario sulla vita partigiana ai tempi della seconda guerra Mondiale.
31 dicembre 2009: la popolazione sale a 14.970 abitanti. Gli stranieri a Fiorenzuola d'Arda con residenza sono in maggioranza: marocchini, albanesi, rumeni, indiani, burkinesi. In ascesa anche la comunità femminila ucraina impegnate come badanti. Popolazione straniera regolare: Marocco 354, Albania 352, Romania (Paese UE) 285, India 252, Burkina Faso 222, Tunisia 92, Ukraina 85, Ecuador 65, Sri Lanka 64, Macedonia 51, Serbia 47, Cina Repubblica Popolare 44, Guinea 38.

31 gennaio 2010: inaugurazione nuovo oratorio della parocchia di San Fiorenzo "LiberaMente tra terra e cielo"
16 marzo 2010: per la prima volta nella sua storia Fiorenzuola d'Arda supera il tetto dei 15.000 abitanti. Sono esattamente 15.020. Lo annuncia il sindaco in carica Giovanni Compiani.
estate 2010: inizio lavori pista pedonale e ciclabile lungo il torrente Arda.
settembre 2010: Pip Barabasca Sud, progetto per lo sviluppo economico di Fiorenzuola d'Arda presentato dall'Amministrazione Comunale con più di 10mila metri quadri da destinare a lotti per l'industria e l'artigianato. L'area, nei pressi del casello dell'Austostrada fu classificata nel 2002 dal Sole 24Ore fra le più appetibili d'Italia.
dicembre 2009: da un'indagine del centro studi Sintesi di Venezia, per il settimanale Panorama, Fiorenzuola è al 7°posto in Emilia-Romagna e 37esima (su 8.101 Comuni della Penisola) in termini di qualità della vita.
febbraio 2010: la crisi economica mondiale si abbatte anche sul Capoluogo della Valdarda. Si abbassano numerose serrande di: negozi, bar e note attività commerciali.
24 aprile 2010: festa cittadina in omaggio al partigiano russo Vassili Pivovarov Zakharovic, detto Grosni, che aveva combattuto per la libertà nella nostra terra.
3 luglio 2010: Trentamila visitatori hanno partecipato alla Notte Bianca organizzata da "Gli Affari si fanno in centro".
dicembre 2010: viene rimosso il semaforo nell'incrocio fra la via Emilia e viale Illica, sostituito da una rotonda.
dicembre 2013: CHIUSURA OSPEDALE DI FIORENZUOLA. Nel pomeriggio di oggi il direttore generale Ausl Andrea Bianchi ha incontrato i media locali per illustrare la situazione dell'ospedale di Fiorenzuola. L’Azienda USL di Piacenza ha incaricato nei mesi scorsi due gruppi di professionisti specializzati, di effettuare le verifiche di vulnerabilità sismica previste dalla normativa vigente.
A conclusione delle verifiche effettuate si è constatato che alcune delle strutture analizzate presentano necessità di interventi per adeguamenti strutturali, seppure con problematiche e tempistiche diverse.
L’intervento che necessita di essere avviato per primo riguarda l’ospedale di Fiorenzuola, e in particolare il corpo di fabbrica che risale agli anni ’50 (ed oggetto di un sovralzo nei primi anni ’80), in cui oggi sono collocati il comparto operatorio e i reparti chirurgici, oltre al Pronto Soccorso e alla Radiologia. L’intervento comporta la necessità di demolizioni e consolidamenti (o rinnovo) dell’edificio e può essere sintetizzato in: abbattimento del quarto piano e rifacimento del tetto, costruzione del nuovo Pronto Soccorso presso il nuovo padiglione, altre opere di adeguamento della struttura. Continuano le iniziative promosse e organizzate dal comitato  "NO alla chiusura dell'Ospedale di Fiorenzuola" volte a sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzione sulla gravità del fatto.

6 aprile 2014: Aldo Braibanti, ex partigiano, filosofo e artista è scomparso a 91 anni, e ha lasciato in eredità alla biblioteca della sua Fiorenzuola un patrimonio di 15mila libri e ha nominato erede universale della sua produzione Alessandro Cassin, che da New York collabora con prestigiose testate giornalistiche.
dicembre 2014: festeggia i 60 anni il LICEO di FIORENZUOLA "Enrico Fermi" che divenne istituzione autonoma dal 1954 con un decreto dell'allora presidente della Repubblica Luigi Einaudi. La sede dell'istituto scolastico era in Piazza Taverna, nei pressi del sottopassaggio della via Emilia.
festeggia i 30 anni lo storico negozio di articoli sportivi e premiazioni PREMIO SPORT di via Melchiorre Gioia. Aveva iniziato l'attività nel 1984 in vicolo Brandacci.

Porta Piacenza ...posta fra il Ponte sull'Arda e Piazzetta della Rocca.
Il Ponte sull'Arda fatto costruire dalla regina Maria Luigia d'Austria.
Via San Fiorenzo ...lo storico rione Borgo Paglia.

Nessun commento:

Posta un commento