lunedì 28 settembre 2009

Darfo Boario-FIORENZUOLA 0-0

Regione Lombardia. Strada che costeggia il Lago d’Iseo, lunghe gallerie buie, sole che entra dal finestrino, odore di ciccioli, tintinnio ad ogni curva offerto dalle bottigliette di birra già vuote.
Siamo partiti in 15 come sempre belli inccannellati alla volta di Darfo Boario Terme, Provincia di Brescia, alle pendici della bella Val Camonica.
Alla prima rotonda c’è la polizia municipale ad attenderci. Ci guida verso lo stadio. Si vede da lontano la bandiera dell’Europa affiancata dalla bandiera della Regione Lombardia. Bassi riflettori. Lo stadio è là.
Minuziosi controlli da parte dei carabinieri+n°1 simpatico steward ci aspettano all’ingresso dello stadio. Qui a Darfo nulla sembra lasciato al caso, tutto è preciso, tutto è in perfetto ordine. Sembra di fare da cornice ad una partita di Subuteo, ad un gioco manageriale.
Poi alè! Posizionate le nostre spartane pezze, iniziamo a sostenere il Fiore.
“Forza Vecchio Cuore Rossonero!”, “…il Fiore è!” che da innovazione introdotta da Alex è diventata ora un classico nel suo genere, un punto fermo del nostro repertorio soprattutto da trasferta.
Primo tempo alla grande in campo con un palo di Chiurato che a momenti ci fa perdere la voce. Nella ripresa si soffre, ci danniamo nell’incitamento e il perverso dueaste “Io vivo di Fiore e di Figa!” ci dicono quelli in divisa che proprio non va, basta alzarla al cielo!…Anima e Core Ramundo lotta proprio sotto di noi come un leone, idem i compagni, stringiamo i denti con loro sprecando tanta voce …alla fine strappiamo un pari d’oro colato a domicilio della prima della classe!
Tutti i ragazzi sotto il settore ospiti. Grazie Ragazzi!!!
Torniamo a casa felici e inccannellati e allora... onore a quelli delle domeniche passate in autostrada per il Fiore, onore a chi sta tenendo viva questa passione/tradizione, questo modo di viscerale tifare sempre più raro, onore a chi si sbatte, onore a quelli che seppur in pochi hanno fatto in modo che anche a Darfo non si sentissero solo gli ultras locali. Onore alla DecinaUltras!


domenica 27 settembre 2009

CALCIO e POLITICA "Il caso De Paola"

27 Settembre 2009, trasferta a Darfo (BS), Darfo Boario-FIORENZUOLA, sulla panchina della squadra locale siede un certo Luciano De Paola e la mente torna a quell'episodio di "Calcio e Politica" del 1993:



IL CASO. Su un muro e' apparsa una scritta contro il giocatore laziale legato a Rifondazione: "De Paola come Sollier: vattene a Mosca"

TITOLO: Il calciatore comunista costretto a spiegarsi con gli ultra'

ROMA . Zitto o Mosca. Luciano De Paola, 32 anni, neocentrocampista della Lazio, ha gia' capito la differenza tra il voto (politico) e il vuoto (nella testa di qualcuno). E bastata la frase "simpatizzo per Rifondazione Comunista", rilasciata in un' intervista, per farlo finire al muro: "De Paola come Sollier: vattene a Mosca". Una scritta senza firma che ha riportato alla luce una polemica nata a inizio stagione, quando un gruppo degli "Irriducibili" aveva convocato il calciatore per un colloquio "chiarificatore". La tregua era stata presto trovata: De Paola, conosciuto da tutti per la sua grande generosita' in campo, ha potuto lavorare in pace e guadagnarsi gia' il rispetto di tutti. Ora il nuovo messaggio, ma gli ultra' "ufficiali" hanno proclamato la loro estraneita' . Puo' essere, dicono, l' opera di qualche "cane sciolto": i muri sono un quaderno aperto a tutti, romanisti compresi. E la "sindrome del beduino", con la quale P. Harrison ha definito le relazioni tra i tifosi: amici degli amici degli amici, nemici degli amici dei nemici, nemici dei nemici degli amici. All' interno del clan sono molte le regole da rispettare: a volte non basta la maglia giusta per essere accettati. La curva sceglie i suoi beniamini anche per affinita' , come e' successo a Di Canio e parte dei Drughi bianconeri. In Italia ha gia' colpito a largo raggio: con il nero Winter sempre a Roma, con l' ebreo Rosenthal a Udine, con Schillaci in mezza Italia. Pelle, religione, luogo di nascita: tutto quanto fa (triste) spettacolo. Cerco' inutilmente di vaccinarsi anche Salvatore Cerrone, originario di Napoli, al quale nel ' 90 un attivista della Lega Lombarda voleva impedire di diventare capitano del Lecco. L' ha conosciuta Ermias, 15 anni, eritreo, che si e' preso sputi e insulti durante una partita degli Allievi in Toscana. Poco consola che la malattia non sia endemica. A Glasgow si ricordano ancora le botte per strada quando Mo Johnston fu il primo cattolico a giocare per i protestanti Rangers: per il trasbordo gli fu necessario passare prima dai "papisti" del Celtic ai neutrali francesi del Nantes. In Inghilterra i tifosi del Milwall hanno addirittura inventato un nuovo gioco. Per manifestare contro l' "inflazione" di giocatori di colore nel campionato di Premier League, si sono costruiti a fine torneo una nuova classifica: via i gol segnati dai colored e i punti cosi' conquistati. Una cura? Viene in mente Albert Einstein, quando gli chiesero di che razza era. Una parola fu piu' che sufficiente: "Umana". Luca Valdiserri Altri articoli a pagina 23

Valdiserri Luca

Pagina 21
(9 agosto 1993) - Corriere della Sera

venerdì 25 settembre 2009

a FIORENZUOLA, per il FIORENZUOLA, la TESSERA DEL TIFOSO non serve!

Domenica 27 settembre
Darfo Boario - FIORENZUOLA
ritrovo pullman ore 12.30 piazzale Cappuccini

"Togli lo scotch, metti lo scotch!"
e ...logli lo scotch, metti lo scotch!"
Cuciamole una volta per tutte ste cazzo di asole. Poi ricordarsi di prendere su le Halls e il resto delle libagioni.
Non so se avete notato ma a Fiorenzuola c'è un traffico incasinato ultimamente. Motivo: in città stanno rifacendo le rotonde, stanno diventando definitive e io adoro le cose rotonde specialmente nelle donne, specialmente nei punteggi, rotondi, a favore del Fiore. Insomma non è altro che "Potere dell'amore" che provo verso le donne, la mia città e la squadra di calcio del mio paese.

Domenica, si va in Val Camonica per sostenere il Fiore, seconda trasferta stagionale, impegno sulla carta complicato contro la capolista Darfo che viaggia a punteggio pieno. Punteggi rotondi? Ma va là dai ...difesa ermetica e mi accontento di un golletto di modo che arraffiamo punti-salvezza importanti e torniamo a casa bell'inccannellati come piace a noi!
Tutti sul Torpedone! I RAGAZZI HANNO BISOGNO DI NOI! FORZA FIORE!


SERIE D, CAMPIONATO NAZIONALE DILETTANTI
...PER SEGUIRE IN TRASFERTA IL FIORE ...LA TESSERA DEL TIFOSO NON SERVE!!!
...e allora tutti in trsferta!




La "tessera del tifoso"

La "tessera del tifoso" è uno strumento di “fidelizzazione” adottato dalla società di calcio che prevede verifiche della Questura attraverso una procedura standard diramata a livello nazionale con apposita direttiva ministeriale. Il progetto lanciato dall'Osservatorio si pone l’obiettivo di creare la categoria dei “tifosi ufficiali”.
La tessera, rilasciata dalla società sportiva previo “nulla osta” della Questura competente che comunica l’eventuale presenza di motivi ostativi (Daspo in corso e condanne per reati da stadio negli ultimi 5 anni), fidelizza il rapporto tra tifoso e società stessa.

A cosa da diritto
al possessore non si applicano le eventuali restrizioni alla vendita dei biglietti;
vengono snellite sia le procedure di acquisto dei biglietti che quelle di accesso allo stadio, attraverso la creazione di varchi dedicati;
è favorita la concessione di facilitazioni, privilegi e/o benefici da parte delle società (accumulo di punti, diritto di prelazione per l’acquisto di biglietti, convenzioni con altre società private come Ferrovie dello Stato, Autogrill, sponsor, ecc.).

I vantaggi per la sicurezza
permette di “costituire” la categoria degli spettatori “ufficiali”;
garantisce l’aumento degli standard di sicurezza del pubblico, perché esclude dagli impianti i soggetti sottoposti a Daspo o a condanne per reati da stadio;
consente alle società sportive di avviare rapporti “virtuosi” con le tifoserie ufficiali, soprattutto per le trasferte;
nel tempo determinerà la costituzione, nell’ambito delle Società Sportive, dei c.d. “dipartimenti dei tifosi” che in altri grandi club europei hanno trovato applicazione con apprezzabili risultati.

--------------------------------------------------------------------------------

(CALCIOPRESS) - Il movimento ultrà si oppone all’introduzione della Tessera del tifoso. Uno strano marchingegno burocratico che si inserisce nel peggior solco della tradizione italica, peraltro ancora in via di elaborazione e rodaggio. Nonostante ciò, dalla prossima stagione si vorrebbe imporlo a tutti i club professionistici. Dovrebbe infatti essere esteso agli eventi di serie A, di serie B e di Lega Pro (Prima e Seconda Divisione).
Anche Mario Macalli, presidente della Lega Pro, ha aderito a questa iniziativa voluta dal Ministero dell’Interno, dall’Osservatorio e dal Casms. Onestamente, e al di là di ogni altra ragionevole obiezione, non si riesce davvero a capire come la rigorosa normativa che sottende alla tessera potrà essere applicata ai fatiscenti impianti su cui giocano le novanta (90!) squadre di terza e quarta serie.
Le ragioni del no urlate dal movimento ultrà sono molteplici e, a nostro parere, tutte ampiamente condivisibili. I tifosi hanno la certezza di essere schedati. Ma, soprattutto, non accettano la regola che quanti siano incappati in precedenti da stadio (ovvero condannati al Daspo negli ultimi cinque anni) rimangano esclusi dalla possibilità di accedere al documento.
In effetti appare chiaro come un provvedimento di tipo temporaneo assumerebbe, in questa prospettiva, il carattere di una “bollatura” a vita. Senza contare che nulla di simile si ritrova in nessuna altra forma di spettacolo in Italia. E il calcio, fino a prova contraria, è uno degli eventi più seguiti nell’ex Bel Paese. Se non, in assoluto, il più seguito.
Le obiezioni non si fermano qui. Va detto che, allo stato, la realtà è drammaticamente in ritardo rispetto alla rapidità con cui la tessera del tifoso si vorrebbe introdurre. Infatti sono solo due i club che hanno già istituito il documento, ovvero l'Inter e il Milan. Con risultati non certo eclatanti, a dirla tutta.
Tutte le altre società sono ancora (mostruosamente) indietro. Anzi. Sono in preda a una crisi di nervi rispetto alle tante incombenze che il provvedimento comporta, soprattutto a livello di modifiche logistiche degli impianti. Il che rappresenta un grosso (impossibile) ostacolo da superare, come abbiamo accennato, soprattutto per i club di terza e quarta divisione. Che sono addirittura novanta (90!) e non si vede come potranno arrivare, in contemporanea, a tagliare questo (improbabile) traguardo.
La maggior parte delle società di serie A e serie B se ne sta dunque alla finestra. Per non parlare di quelle di Prima e Seconda Divisione. Proprio nessuno pensa a mettersi in movimento in questa direzione. Anche perché, al momento, incombe una crisi finanziaria dai contorni drammatici. Che potrebbe dar vita a uno tsunami devastante per il già debole sistema calcio italiano.
Le esigenze attuali sono quelle di far quadrare i bilanci e di riuscire a iscriversi. Impresa già di per sé titanica se si scorre, nella cronaca sportiva più attenta e meno legata alle squallide vicende “gossippare”, il numero di club a rischio di estinzione. Con piazze ansiogene che fanno pressione e sindaci impegnati a fare qualcosa (qualsiasi cosa) pur di salvare le maglie.
I tempi in vista del prossimo campionato - la serie A parte il 23 agosto, la serie B il giorno prima e la Lega Pro deve ancora decidere - sono talmente ristretti che non lasciano spazio ad alcuna speranza in questa prospettiva. Davvero la realtà supera ogni fantasia. Non c’è il tempo per avventurarsi in arzigogoli burocratici troppo complessi e che allontanerebbero altro pubblico da stadi già desertificati. Altro che tessera del tifoso.
L’invito pressante a chi ha (liberamente) deciso di occupare le stanze dei bottoni, e continua a premere per adottare un provvedimento alieno rispetto alle concrete possibilità di realizzarlo da parte di un contesto allo sbando, è di fermarsi. Presto, che è tardi. Ben altre sono allo stato le emergenze del calcio italiano.

Sergio Mutolo - www.calciopress.net

domenica 20 settembre 2009

FIORENZUOLA-Oltrepo SBC 3-0 (Araldi, Armani, Dattaro)

Siamo appostati su quella dispersiva gradinata che rappresenta l'ultima pesante eredità rimasta degli anni ruggenti della serie C. Ecco il lato pazzo di Fiorenzuola: siamo ultimi in classifica, siamo ridimensionati ma a tifare siamo di più degli anni scorsi. Siamo comunque messi giù male. Datemi in ogni modo una benna e manderò gioiosamente in frantumi almeno tre file di gradoni!
Rispetto alle ultime uscite c'è al seguito un drappo "11 Leoni" appeso alla recinzione e in mezzo alla "Manga ad Cuion" il due aste goliardico "Mimma Libera"! Jameson si è scordato il pacchetto di Halls extra forte. In tribuna presente uno sparuto ceppo di ragazzi pavesi dietro lo striscione Wine Boys Oltrepo.
In campo si soffre. Minuto '42 svetta di testa il nostro numero 11, palla nel sacco! fantastica corsa dell'attaccante sotto la gradinata a raccogliere i saluti del pubblico e l'abbraccio dei compagni. 1-0 per noi!
La gara è complicata, combattuta, è il primo scontro-salvezza ...risultato in bilico, patimento fino alla fine, fino all'80 quando ci pensa il nostro Profeta in Patria a mettere la vittoria in cassaforte con una staffilata da fuori area. e allora 2-0 per noi e "Pisarei e Faso!"
E addirittura in Zona Cesarini ci sta pure la perla, il gioiello del Prestigiatore di Vernasca proprio sotto i nostri occhi. 3-0 per noi! Sventolano le bandiere rossonere! Tutti sotto il settore e in gradinata si sprecano gli applausi.
...La prima vittoria in campionato ...Che felicità! Che gioia!

"La punta adesso è scarlatta, datemi del nero e avremo i colori sociali!"
Alè Fiore!

Mimma Libera!!! http://www.youtube.com/watch?v=qWCdU-eP-QI&feature=related

venerdì 18 settembre 2009

FUORI LA VOCE E LA PASSIONE!

Fuori la voce e la passione. Domenica 20 settembre "FUORI LA VOCE E LA PASSIONE!"
Dopo due turni, siamo ancora al palo in classifica.

Serve il nostro apporto ancora di più della gara d'esordio contro l'Insubria e ancora di più della prima trasferta a Renate!

Domenica 20 settembre
FIORENZUOLA-Oltrepo

TUTTI IN GRADINATA!!! ritrovo ore 14.30

domenica 13 settembre 2009

Renate-FIORENZUOLA 1-0

Prima trasferta della stagione ...Jameson, papua, Caste, Piacentino 66,66%, Macche, Mèrk, Paolo, Luca, Ciga, Ceres, Alex M., Ava, Luca C., Anthony, Guarnio, Filo U.F., Berle, Vigna (pingu), Gabri, Maurizio, Pana, Tempe, Andrea, Tomas... partiamo in 25 belli inccannellati alla volta di Renate, con il nostro torpedone carico di Padus, ciccioli, tanta voce ed entusiasmo. Traffico intenso in autostrada in direzione Milano e in tangenziale (c'è il Gran Premio di Monza). Prima trasferta per Pingu. Ingresso settore ospiti (prato) 5 euro. Torce, bandiere, pezza/2aste ("Mimma Libera!" corredato dell'inseparabile carrello della spesa from CRAI), tanta voce e tanta voglia di vincere! Ma come ha fatto Barbara a sopportarci... bho?
Per il finale di gara un grazie in particolare ai rossoneri: Andrea Armani, capitan Marco Orrù, Matteo Anelli, Marco Cavanna, Francesco Peri e Rocco Dattaro.
Da segnalare nel ritorno lo show incolonnati in tangenziale ...Vabhè ...rimaniamo ultimi in classifica ma nonostante la sconfitta lo spasso non è mancato!
Forza FIORENZUOLA!
papua



http://www.birrapadus.it/

venerdì 11 settembre 2009

TIFOSERIE OSPITI a Fiorenzuola - anni '90

Se sei in possesso di foto ritraenti Ultras Fiorenzuola o altri gruppi ultras in trasferta a Fiorenzuola d'Arda contattaci:
blogfiorenzuola1922@gmail.com

1990/91, serie C2 girone B, SPAL: Boys, Brothers (giocata a Slsomaggiore Terme)

1991/92, serie C2 girone A, RAVENNA: Porkys Group, Ultras Ravenna, Hooligans

1993/94, serie C1 girone A, MANTOVA: Virgilians Kaos, Demoni, Vecchia Guardia, Skegge

1993/94, serie C1 girone A, CARRARESE (Carrara): CUIT Commando Ultrà Indians Trip, Fabbrica Sconvolta, Cani Randagi

1993/94, serie C1, SPAL (Ferrara): Astra Alcool, Vecchia Guardia, Nobiltà, Frangia, Asterix, Irish Clan


1993/94, serie C1, COMO: maestri Comacini, Ultras Como (in anticipo al sabato per diretta tv Tele+2)

1993/94, serie C1, EMPOLI: Desperados, Rangers, Gruppo Allupato


1994/95, Coppa Italia, AS ROMA: CUCS Commando Ultà Curva Sud, Ultrà Roma, Opposta Fazione, Vecchia Guardia, Fegati Spappolati Roma


1994/95, serie C1, RAVENNA: Porkys Group, Ultras Ravenna, Brigata, Screaming Girls


1994/95, serie C1 semifinale play-off, MONZA: Gioventu' Brianzola, Arditi, Sab (Sempre Al Bar)

 1995/96, Coppa Italia, INTER: Boys SAN, Ultras, Porkys, Viking (giocata a Piacenza)
1995/96, serie C1, RAVENNA: Porkys Group, Screaming Girls, Ultras Ravenna

1997/98, serie C1, CESENA: W.S.B. 1981 (Weisschwarz Brigaden), Mad Men Cesena, Ska, BT Imbariegh, Seguaci del Passatore


1997/98, serie C1, CREMONESE: Sanitarium, Vecchio Joker, Baraonda Casalmaggiore, Krazy Kaos Cremona, Alta Tensione (21 aprile 1998)

1997/98, serie C1, COMO: Ultras Como ultima gara di campionato decisiva per la salvezza



1998/99, serie C2, CREMAPERGO (ex Pergocrema): Ultras Pergo

1998/99, serie C2, PISA: Rangers Pisa, Sconvolts,Wanderers, Svitati, Followers Calci

1998/99, serie C2, PRO PATRIA: Commandos Tigre, Skinheads

1998/99, serie C2, MANTOVA: Virgilians Kaos, Sconvolts, Vecchia Guardia, Nord Kapp, Fossa Biancorossa Mantova, Tranquil Group, Skegge, presenti anche alcuni bresciani

1999/00, serie C2, TRIESTE: Ultras Trieste

Se sei in possesso di foto ritraenti Ultras Fiorenzuola o gruppi ultras in trasferta a Fiorenzuola d'Arda contattaci:
blogfiorenzuola1922@gmail.com

ALTRE PRESENZE DI RILIEVO DI CUI NON POSSIEDIAMO LE FOTO: 2000 LIVORNESI (1997/98): Ultras – North Kaos – Fedayn – Sbandati – Brigata Labronica - Fossa
1000 BOLOGNESI (1993/94): Forever Ultras, Ultras Bologna, Mods Bologna
1200 SPALLINI (1993/94): Astra Alcool
800 NOVARESI (2000/01) finale spareggio play-out serie C2 : Legione Novara
700 PISTOIESI (1993/94): Brigate Arancioni, Ultras Pistoia
500 CREMONESI (1997/98): Sanitarium, Vecchio Joker
500 SPEZZINI (1998/99): Ultras Spezia, Irriducibili, Orda Ligure, Balordi
400 MODENESI (1997/98): Brigate GialloBlù, Head Out
400 BRESCIANI (1995/96): Ultras Brescia, Muppet Group
300 GRANATA (1995/96) Coppa Italia: Granata Korps, Vecchia Guardia
300 INTERISTI (1995/96) Coppa Italia: Boys SAN, Ultras (a Piacenza)
150 CARPIGIANI (1993/94): Mucchio Selvaggio, Avvinazzati
150 RIMINESI (2001/02): Falange d’Assalto
100 PESARESI (1999/00): Vis Boys Pesaro
100 SAVONESI (1989/90) in Interregionale: Ultras?

MINIMI:
5 SOLBIATESI (1992/93): Gioventù NeroAzzurra Solbiate
4 ANCONETANI (1994/95) Coppa Italia: Collettivo Ancona
3 SUZZARESI (1992/93): Zara Rebels Suzzara
2 MACERATESI (1999/00): Ultras Rata Macerata
2 TREVIGIANI (1990/91): Ultras Treviso
1 BORGOSESIA (1998/99): Brigata Alkolika 1986

MAI VISTI, tifosi del:
MONTICHIARI
ALTO ADIGE
LEFFE
OSPITALETTO
GIORGIONE
IMOLA
FAENZA
BIELLESE
ALBINOLEFFE
CHIEVO VERONA
MONCALIERI
ecc.

PRESENZE a FIORENZUOLA annata 1992-93 serie C2 girone A:
300 MANTOVANI Virgilians Kaos, Vecchia Guardia
30 LECCHESI Mods Lecco
20 NOVARESI Legione Novara
10 CASALESI Boys casale
10 CASTELFRANCHESI Irriducibili Giorgione
10 CENTESI Gioventù Centese
10 TRENTINI Skins Trento
10 PAVESI Rebels Pavia
5 SOLBIATESI Gioventù NeroAzzurra Solbiate Arno
5 SUZZARESI Zara Rebels 1986 Suzzara

PRESENZE a FIORENZUOLA annata 1998-99 serie C2 girone A:
500 SPEZZINI Irriducibili, Ultras Spezia
400 PISANI Rangers Pisa, Sconvolts, Wanderers, Svitati, Followers Calci
300 MATOVANI Virgilians Kaos, Vecchia Guardia, Sconvolts, Nord Kapp
120 BUSTOCCHI Commandos Tigre, Skinheads
30 CREMASCHI Ultras Pergo
20 ALESSANDRIA Ultras Grigi
15 NOVARESI Legione, Zoo Novara
12 SANREMESI Boys
10 VIAREGGINI Ultras Fighters
10 VERCELLESI Front Vercelli
10 VOGHERESI Ultras Voghera
10 BIELLESI Ultrà Biella
1 BORGOSESIANI Brigata Alkolica
? PRATESI Ultras Prato, Wild Kaos
? PONTEDERESI
- ALBINOLEFFESI
- SESTESI

PRESENZE a FIORENZUOLA annata 1999-00 serie C2 girone B:
40 PESARESI Ultras Vis Boys Pesaro
40 RIMINESI Falange d'Assalto Rimini
30 TRIESTINI Ultras Trieste (con bustocchi)
20 SASSARESI Vecchia Guardia Torres
20 PADOVANI Ultras Padova
15 TERAMANI Devil's Korps Teramo
2 MACERATESI Ultrà Rara
? MESTRINI
? CARPIGIANI
- SORANI
- EUGUBINI
- TEMPIESI
- FAENTINI
- IMOLESI
- SASSOLESI
- CASTELLANI CASTEL SAN PIETRO

TIFOSERIE OSPITI a Fiorenzuola - primi anni 2000

Se sei in possesso di foto ritraenti Ultras Fiorenzuola o gruppi ultras in trasferta a Fiorenzuola d'Arda contattaci:
blogfiorenzuola1922@gmail.com

2000/01, serie C2, CREMONESE: Ultras Cremona, Vecchio Joker (19 agosto 2000 in Coppa Italia)

2000/01, serie C2, CREMONESE: Ultras Cremona, Baraonda Casalmaggiore, Vecchio Joker (4 dicembre 2000)

2000/01, serie C2, LEGNANO: Ultras Boys Lilla

2000/01, serie C2, PRO VERCELLI: Ultras, Nuova Guardia Vercelli

2000/01, serie C2, MANTOVA: Virgilians Kaos, Skegge, Sconvolts, Vecchia Guardia, Fossa Biancorossa

2000/01, serie C2, MESTRE: Head Out 1986

2000/01, serie C2, NOVARA: Ultras, Zoo Novara, Legione, New Generation 1998 (finale play-out gara di ritorno)

2001/02, serie C2, SAMBENEDETTESE: Onda d'Urto, Tifone, Nucleo, Gente Furiosa, Cannibla Red Blue


2001/02, serie C2, TRENTO: Ultras Trento, Boys (finale di andata play-out)

2003/04, serie D, CASALE: Boys Casale, Legione

2004/05, serie D, PERGOCREMA: Ultras Pergo, Stoned Again, Cannyballs, Brigate (con piacentini al seguito)

PRESENZE a FIORENZUOLA annata 2000-01 serie C2 girone A:
300 NOVARESI Legione, Zoo Novara (finale play-out)
150 CREMONESI Ultras Cremona, Vecchio Joker
80 LEGNANESI Ultras Boys Lilla Legnano
50 BUSTOCCHI Commandos Tigre, Skinheads Pro Patria
50 CREMONESI Ultras Cremona, Vecchio Joker (in 1° turno Coppa Italia)
40 MANTOVANI Virgilians Kaos, Vecchia Guardia, Sconvolts, Fossa Biancorossa
30 MESTRINI Head Out Mestre
20 PADOVANI Ultras Padova
15 VERCELLESI Front Vercelli
15 MEDESI Ultras Meda
10 SANDONATESI Caimani del Piave San Donà
8 SESTESI Viking Pro Sesto
5 TRIESTINI Ultras Trieste
- BIELLESI
- MONTECLARENSI
- MONCALIERESI
- SASSOLESI
- ALTO SADIGE SUD TIROL

PRESENZE a FIORENZUOLA annata 2001-02 serie C2 girone B:
300 SAMBENEDETTESI Onda d'Urto, Nucleo
150 TRENTINI Ultras Trento 1978, Boys (finale play-out)
60 MANTOVANI Virgilians Kaos, Vecchia Guardia, Sconvolts
30 SPEZZINI Ultras Spezia 1974 (1° turno Coppa Italia)
30 RIMINESI Falange d'Assalto Rimini
29 TERAMANI Devil's Korps Teramo
20 REGGIANI Teste Quadre (1° turno Coppa Italia)
15 TRENTINI Ultras Trento 1978 (in campionato)
7 SANMARINESI Nucleo San Marino
? GUALDESI
? EUGUBINI
? THIENESI
- MONTECLARENSI
- BRESCELLESI
- POGGESI
- FAENTINI
- IMOLESI
- SASSOLESI


Se sei in possesso di foto ritraenti Ultras Fiorenzuola o gruppi ultras in trasferta a Fiorenzuola d'Arda contattaci:
blogfiorenzuola1922@gmail.com