mercoledì 29 gennaio 2014

intervista a Simone Silvestri


A pochi giorni dall'atteso derby di alta classifica con la Fidentina, in programma al Comunale domenica due febbraio, facciamo una bella chiacchierata con uno dei protagonisti Rossoneri.
SIMONE SILVESTRI.
L'attaccante di Reggio Emilia, ha sorretto a suon di reti l'attacco rossonero nella prima parte di campionato, con un braccio ingessato, quando i compagni di reparto latitavano in zona gol. Bomber di razza (191 gol in carriera) e uomo spogliatoio del super-Fiorenzuola di mister Mantelli, Simone Silvestri, detto "Silver", sta contribuendo non di poco al campionato straordinario dei Rossoneri. Arrivato a Fiorenzuola dal Colorno, all'età di 37 anni dopo una lunga carriera fatta di tanti gol (e promozioni) lungo la via Emilia, Silvestri non si è ancora stancato di togliersi soddisfazioni e regalare emozioni agli appassionati sportivi.  

- Ciao Silver, iniziamo da dove tutto è cominciato. Raccontaci la tua carriera sportiva dai primi tiri ad oggi...

Ho iniziato a giocare a 7 anni nel mitico Sporting di Reggio Emilia, per poi passare alla Reggiana all’età di 12 anni, dove ho iniziato nella categoria Esordienti per finire con tre anni di Primavera. Ho avuto anche l’opportunità di fare alcune partite amichevoli con la prima squadra (allora in serie A) al mitico stadio Mirabello. Dopo il terzo anno in Primavera ho iniziato la mia “carriera” nei dilettanti con la Bagnolese in Eccellenza, facendo un pò “lo zingaro” come si suol dire nel calcio, giocando nel Reggiano, a Modena, Parma e Piacenza! Ed ora eccomi qua a Fiorenzuola dopo 18 campionati!

 - Chi ha contribuito maggiormente nella tua crescita da calciatore ?
Difficile fare delle classifiche, ho avuto tanti allenatori molto bravi, da ognuno ho cercato di imparare tanto! Mi piace ricordare Claudio Ciceri, il mio primo allenatore, Ivano Vacondio con cui ho avuto un rapporto speciale …Oronzo Canà e il suo mitico 5-5-5 che mi hanno ispirato quando ho iniziato!
- Per che squadra fai il tifo e a quale calciatore ti ispiri?
Sono milanista, da ragazzo mi piaceva Dejan Savicevic, giocavo anche nel suo ruolo…ma il più grande di tutti Marco Van Basten!!

- Quali sono state le stagione più esaltanti per te, i gol più importanti, i più grandi ricordi della tua lunga carriera ?
Le stagioni più belle sono quelle degli obiettivi raggiunti! Ricordo le promozioni con la Bagnolese, l’Arcetana e il Colorno ma anche salvezze incredibili come il mio primo anno a Scandiano fatto di difficoltà enormi! I goal sono stati tanti per fortuna!!:-) Ricordo un goal all’ultimo minuto contro la Correggese (ero allo Scandiano),  il goal salvezza a Reggiolo con la Bagnolese in serie D, un goal all’ultimo secondo contro la Fidentina quando vestivo la casacca del  Colorno. Sui ricordi ci sono tanti momenti che mi rimarranno dentro, non necessariamente in campo, ma anche nello spogliatoio. Se devo scegliere dico Colorno quando abbiamo vinto il campionato con un gruppo ancora oggi unito e l’anno di “Palla vicino”, con la musica a palla nello spogliatoio per ogni vittoria e la squadra che mi cantava una canzone dopo ogni mio goal (a segno 15 volte).

- Come è nata la scelta di sposare la chiamata del Fiorenzuola ?
È nata da un contatto del Ds Mariano Guarnieri. Devo dire che dopo un minimo di confronto in casa e alcune valutazioni lavorative non ho avuto dubbi. Considero un privilegio poter godere ancora a 37 anni di un’esperienza di questo tipo, in una società seria e ambiziosa e dalla grande storia!

– Com'è Simone Silvestri fuori dal campo ?
Faccio un lavoro che fortunatamente mi appassiona e a cui mi dedico con grande impegno. Ho una compagna di vita, Giulia, che ha una pazienza infinita per questa mia passione e che mi ha sempre sostenuto anche nelle scelte meno convenzionali!
- Come ti stai trovando con mister Mantelli ?
Molto bene, è un allenatore molto scrupoloso, che dedica anima e corpo al lavoro sul campo e sa darti una carica speciale. Per me è una sorpresa molto positiva …poi mi fermo qua perché senza dubbio mi diranno che ne parlo tanto bene solo per giocare!!! :-)

- Qual'è la forza di questo Fiorenzuola (pregi e difetti) ?
Credo che la forza del Fiorenzuola sia l’avere un gioco consolidato e acquisito, e giocatori tecnici in grado di realizzare sul campo alla domenica quello che si prova durante la settimana. Giochiamo veramente bene e il difetto può essere a volte di specchiarci un po’ troppo. Ci sono situazioni in cui bisogna badare al sodo ma piano piano stiamo migliorando anche su questo!

- Dopo il successo nel big-match di Fiorano contro la Sanmichelese cosa cambia nel campionato del Fiorenzuola? 
Cosa cambia? Credo niente, abbiamo solo un obiettivo e non lo possiamo nascondere. E’ stata una partita difficilissima, giocata contro una squadra tosta e di grande esperienza, una vittoria d'oro.

- Sei un esperto di promozioni. Da qui alla trentaquattresima giornata… (obbiettivi)
Obiettivi? Solo uno, arrivare primi.

- Come vedi il derby di domenica contro la Fidentina?
Partita difficilissima, è una squadra che mi piace tantissimo e Mazza è un allenatore che riesce a trasmettere sempre una grande determinazione alle sue squadre. Hanno giocatori di grande valore e esperienza, all’andata ci hanno battuti mettendoci in grande difficoltà. Credo sia una delle partite più difficili da qui alla fine della stagione!

SIMONE SILVESTRI (la carriera)
6-3-1976, Reggio Emilia
1994-95 Reggiana Primavera
1995-96 Reggiana Primavera
1996-97 Bagnolo Ecc 20 5
1997-98 Scandiano Ecc 34 14
1998-99 Bagnolo Ecc 24 5
1999-00 Bagnolo serie d 20 5
2000-01 Maranello ecc 34 11
2001-02 Scandiano ecc 20 10
2002-03 Scandiano ecc 20 3
2003-04 Castellarano/Correggese Ecc 25 7
2004-05 Cadelboschese Pro 30 7
2005-06 Cadelboschese Pro 30 18
2006-07 Cadelboschese Pro 30 8
2007-08 Arcetana Pro 28 17
2008-09 Colorno Pro 32 22
2009-10 Colorno Ecc 28 12
2010-11 Pallavicino Ecc 33 15
2011-12 Scandiano Ecc 30 12
2012-13 Colorno Ecc 30 14
2013-14 FIORENZUOLA Ecc

Simone Silvestri in azione con la maglia del FIORENZUOLA

lunedì 27 gennaio 2014

Sanmichelese-FIORENZUOLA 0-1 Luca Franchi

ROSSONERI vittoriosi anche a FIORANO
Luca Franchi
In terra di potenti motori il Fiorenzuola sprezzante del pericolo accelera in maniera spericolata, alla Nuvolari. La trasferta a domicilio della forte Sanmichelese (terza forza del girone) rappresentava una tappa fondamentale nel  nostro campionato. Una trasferta piena di insidie. Personalmente, a priori, avrei fatto una firma per portare a casa un punto e invece.. Al “Sassi” di Spezzano di Fiorano, i Rossoneri controllano i padroni di casa e nel finale trovano la stoccata vincente che vale un successo d'oro. Problemi di formazione per Mister Alberto Mantelli che deve fare a meno del sinistro di Samuele Barba, fra i migliori in campo nella domenica bestiale vissuta contro il Crociati Noceto, e di Luca Franchi in attacco per in suo l’ennesimo infortunio. Luca va comunque in panchina. La società quest’anno ha messo assieme un parco calciatori non indifferente. Ragazzi tutti fantastici, tutti di qualità. E così le soluzioni sono tante. Marco Fogliazza torna a disposizione e per contrastare al meglio la vena realizzativa di due bomber del calibro di Zocchi e Montanari fa il suo debutto di fuoco in Rossonero Gianluca Fasano, trentasette anni di calciatore con alle spalle una lunga carriera in Lega Pro, al centro della difesa a dare una mano a Capitan Dennis Piva e al resto del nostro fantastico undici. In mediana, si rivede il Fiorenzuolano Nicola Mazzoni, che superato l’infortunio si fa trovare pronto in una delle partite più difficili da qui alla fine del campionato. Casacca verde addosso ai padroni di casa che sembra di rivederci contro la Dorando Pietri. Il Pallone del big-match è giallo in una bella giornata di sole qui a Fiorano come l’ultima volta che ci siamo venuti. Ricordi non belli. Geremia Dragoni espulso. Direttore di gara di Pistoia, segnalinee donna ad azzeccarne veramente poche. Gol di Luca Rosi. Geremia Dragoni espulso. Due a Uno per il Fiorano. Tutti a casa. Stavolta è tutto diverso. Partita combattutissima con posta in palio davvero alta. Nell’ultimo quarto d’ora ecco la mossa di scacchi vincente di Mantelli che decide la sfida. Due cambi. Dentro Giuseppe Casisa al posto di Pizzelli e Luca Franchi non al meglio per Silvestri. Sono i cambi che girano sotto sopra la sfida. Dalle sapienti gambe del centrocampista palermitano arriva l’assist vincente per Luca. L’attaccante piacentino conosce bene le porte di questo campo. Primavera del 2007, il Fiorenzuola di Massimo Abbati espugna il “Sassi” grazie ad una sua personalissima doppietta. Franchi stavolta non si fa pregare e la mette nell’angolino dove nessuno può arrivare.
prima pagina LIBERTA'
di oggi
Questi sono i gol che ci aveva abituato Luca anni fa. Era da tanto che Franchi non segnava su azione. Un gol che vale tre punti pesantissimi. I ragazzi di Faraboschi (con sciarpa bianco verde al collo) non ci stanno e provano il tutto per tutto. L’attaccante Montanari, una vita per il gol qui nel modenese, ha sulla testa la palla del pareggio. Marco Valizia un gigante fra i pali di soli diciotto anni, si supera per l’ennesima domenica intercettando la conclusione del bomber biancoverde e contribuendo al grande successo della squadra. Domenica arriva il derby casalingo contro la Fidentina, altra sfida molto insidiosa contro l'unica compagine che è riuscita a batterci fino ad ora. L’anno scorso, vittoria di misura per noi al Comunale grazie ad un bellissimo gol di Daniele Pizzelli. C'è ancora mezzo campionato intero da disputare. ..Avanti sempre così FIORE, in maniera umilmente fantastica.. FORZA US FIORENZUOLA !
blogfiorenzuola1922@gmail.com

la grinta di Andrea Petrelli non lascia respiro a Zocchi


la classifica del campionato di Eccellenza girone A Emilia-Romagna dopo la ventesima giornata
Simone Silvestri in azione
Nicola Picchi, numero 10 Rossonero
il Fiorenzuolano Nicola Mazzoni al rientro da titolare dopo l'infortunio
Andrea Lucci e Mazzoni controllano un avversario
SANMICHELESE - FIORENZUOLA 0-1
Sanmichelese: Giaroli, Di Maria, Bursi, Gozzi, Suprani (30’ Lugari), Lusuarghi, Ferrari (57’ Franchini), Mascolo (89’ Biagini), Montanari, Zocchi, Owusu. All. Ferraboschi
Fiorenzuola: Valizia, Petrelli, Strozzi, Mazzoni, Piva, Fasano, Pizzelli (66’ Casisa), Sessi, Picchi (79’ Fogliazza), Lucci, Silvestri (75’ Franchi). All. Mantelli
Arbitro: Luciano di Bologna (Tomarchio-Amadori)
Marcatori: 87’ Franchi (F)
Ammoniti: Bursi (S), Owusu (S)
Note: spettatori 200 circa, terreno allentato, giornata soleggiata.



giovedì 23 gennaio 2014

Che domenica bestiale.. la domenica con te

Alberto Mantelli
“Ho avuto l’ennesima conferma di avere a che fare con un gruppo straordinario sotto tutti i punti di vista”
Dopo le grandi emozioni vissute nella gara interna contro il Crociati Noceto si va in terra modenese e precisamente a San Michele dei Mucchietti di Sassuolo. Senza guardare la classifica, con la solita umiltà di sempre, ci si appresta ad affrontare un impegno davvero importante.
Sanmichelese squadra in salute capace di far suo, nell'ultimo turno di campionato, il derby modenese piegando in trasferta l'organizzato San Felice. La società modenese, attuale terza forza del campionato assieme al Salsomaggiore di mister Voltolini è al suo primo anno in Eccellenza e ha buone ambizione.
L'allenatore dei biancoverdi, Ferraboschi (ex serie D a Formigine) ha in dote un ottimo organico. C'è l'esperienza dei centrocampisti Gozzi, Bellucci e Malpeli;  le doti tecniche degli attaccanti: Simone Zocchi e Montanari (entrambi in gol domenica). C'è il gioiellino Luca Mascolo classe 1995.
Nella gara di andata giocata al Comunale, incontrammo una delle squadre più tecniche. C'era voluto un gran gol di capitan Dennis Piva, nella ripresa, per sbloccare in risultato. Vantaggio preziosissimo su un campo molto pesante, messo poi in cassaforte da un gol altrettanto bello di Simone Cerati sul finire del match. Ricordi di una domenica bestiale, una domenica con te! Come quella vissuta al Comunale contro il Crociati Noceto di Dattaro e Guglieri.
PASTAMATIC - LA MACCHINA DEL TEMPO Dalle parti di Sassuolo ci siamo già stati, in Interregionale negli anni 80' e poi negli anni della nostra serie C2. Contro la nobile sorella della Sanmichelese: due a quattro per noi, neo-promossi in Interregionale, nella romantica annata 1983-84 davanti a duemila spettatori l'anno del salto nei pro del Sassuolo che ha per la prima volta Giorgio Squinzi in società. Poi in serie C2, stagione 1999-2000, ventiquattresima giornata, due a zero per i modenesi che annoveravano nei loro ranghi: Arnaldo Franzini da Vernasca e bomber Tedeschi, e nell'occasione il Fiore rimasto in dieci per l'espulsione di Paolo Grossi (difensore d'altri tempi ..alla Piva). Tre a uno l'anno successivo nello scontro salvezza. In gol per noi Stefano Medda, portentoso mancino allora capitano di quel Fiorenzuola cha aveva appena esonerato Stefano "Bobo" Maccoppi per il bresciano Stefano Bonometti. Per la cronaca, Maccoppi si è trasferito da alcuni anni in Svizzera. Attualmente è l'allenatore del Locarno. La maglia n° 10 del Sassuolo di allora era indossata dall'ex Massimo Pellegrini oggetto misterioso assieme all'ex Milan "Lupetto" Mannari del Fiorenzuola dei sogni stagione 1993-94, serie C1 (giusto giusto vent'anni fa.. come passa il tempo). Al termine della stagione 2000-01 siamo ripescati e a Sassuolo, contro i verdeneri di Balugani vinciamo alla seconda di campionato per tre a zero con in campo la juniores allenata da Fabio Querin, mentre c'è un altro Fiorenzuola di soli argentini e uruguaiani, in casacca biancoverde (del Brera Calcio) ad allenarsi sulle colline di Ponte dell'Olio agli ordini di Mario Kempes. In gol di quella domenica furono siglati da: Enea Parma, Pier Paolo Lanati e Saverio Luciani. Una delle stagioni più tristi della nostra quasi centenaria storia rossonera. Vedere oggi il Sassuolo in serie A, per chi come me in quegli anni, come adesso, segue il Fiorenzuola, fa impressione. Era una squadretta allora.
Domenica, nell'importantissima sfida di alta classifica contro la Sanmichelese, mister Mantelli potrà contare sul ritorno di Marco Fogliazza che ha scontato i tre turni di squalifica rimediati contro la Bagnolese. Gli acciaccati Casisa e Lucci sono entrati nel finale della gara di domenica, risultando fra i migliori. Quella di domenica è una sfida delicata. Non sarebbe male tornare in Valdarda con mezza posta in palio.
FORZA RAGAZZI!
blogfiorenzuola1922@gmail.com

martedì 21 gennaio 2014

Carta canta


Campionati di Eccellenza a confronto. I numeri della passata edizione incrociati con quelli di quest'anno.
Riprendiamo sotto mano la classifica del campionato scorso alla diciannovesima giornata: Lupa Piacenza schiaccia sassi e dei numeri da record capolista con 44 punti. Un anno dopo in vetta  c'è l'US FIORENZUOLA a quota 46 punti. Due in più, grazie ai 14 successi contro i 13 dei biancorossi e una difesa quasi granitica (un po in affanno negli ultimi match).
Immutate le lunghezze di distacco fra la prima della classe e l'inseguitrice di allora e quella di oggi. Ancora una volta è una compagine reggiana: il Lentigione (che ha fatto 10 punti in più).
Sorprendente anche il Salsomaggiore che ha raggranellato 16 punti in più rispetto alla passata stagione. Male il  Royale di patron Rizzo, fanalino di coda. Non bene neppure: Pallavicino, Sampolese e Rolo (ci si aspettava di più dai bianco-blu).
La squadra di mister Mantelli ha ben 12 punti di differenza rispetto all'anno scorso. Quattro sconfitte nell'edizione passata, contro la sola dell'attuale stagione in corso, a d'opera della Fidentina alla terza giornata.
E mentre LIBERTA' latita un pochettino nello spazio dai riservare ai Rossoneri ..il Fiorenzuola procede nella sua marcia di risultati utili consecutivi. AVANTI FIORE!

domenica 19 gennaio 2014

FIORENZUOLA-Crociati Noceto 3-2 Nicola Picchi, Daniele Pizzelli, Andrea Lucci


Domenica bestiale al Comunale. Anche se si rischia l'arresto cardiaco e' troppo bello vincere così. Vincere difficile complicandosi tutto. Queste sono le vittorie più belle, quelle che ti temprano, che ti fanno tenere alta la tensione fino alla fine del campionato, che ti fanno lavorare concentrato in settimana per migliorarti. Crociati Noceto nostra bestia nera per antonomasia al Comunale per rivivere una domenica di fasti dopo la lunga sosta natalizia. Prima preoccupazione. Dopo un mese senza giocare partite vere il fantastico gruppo allenato da mister Alberto Mantelli riuscirà a far sua anche stavolta l'intera posta in palio? Crociati in campo con il solito completo vissuto quello indossato qui nel lontano gennaio 2009. In difesa quello con la chioma lunga e la barbetta sembra Andrea Ferrari. Ve lo ricordate? Il centrocampista di Salso che faceva la spola dalla Sardegna alla città termale, elemento di esperienza del Fiorenzuola di Querin, Bozzi e poi Ficcadenti.
Andrea Lucci
match-winner di giornata
Chi come me era sugli spalti e segue il Fiorenzuola da una vita se lo ricorderà eccome. Estraggo dal taschino la distinta, non e' Ferrari ma e' l'altro nostro ex Filippo Spagnoli. Che bello tornare allo stadio Comunale. Fiorenzuola in campo con casacca a strisce rossonere e calzoncini neri. E’ bellissimo. I due nuovi innesti: l’acciaccato Giuseppe Casisa (troppo prezioso nel finale) e Gianluca Fasano sono in panchina. Rossoneri subito intraprendenti. Ospiti allenati dall'ex Vittorio Bazzarini sornione e attendista. Tutto ruota attorno al valnurese Ettore Guglieri. Un calciatore che ci ha sempre fatto dannare. In mezzo al pantano del Comunale il nostro Alessandro Sessi sente la partita. Che partita la sua. Assieme all’indomito Andrea Petrelli è tanta manna. Che tocchi in mezzo al campo. Tic, toc e tac e il primo gol rossonero del 2014 arriva al ventesimo e lo mette a segno Nicola Picchi con un siluro dei suoi a morire sotto il sette. Gol fantastico. Daniele (bomber) Pizzelli raddoppia con un aiutino gialloblu, una deviazione, poco dopo. Ottavo centro stagionale per il centrocampista fiorenzuolano. Sul finire del primo tempo potremmo addirittura portarci sul tre a zero e mandare definitivamente in soffitta la pratica Crociati, ma Franchi da perfetto eclettico del giuoco più bello del mondo si fa ipnotizzare dal bravo Mingardi dagli undici metri. Mingardi, come il cantautore bolognese Andrea,  con la barba folta e la chioma lunga presente in tribuna al Dall’Ara a tifare Fiorenzuola nello spareggio per la serie B del 1995 contro la Pistoiese. Crociati non pervenuto, Crociati stordito. Troppo facile. Com’è questa storia? Ma che peccato per per il penalty fallito da Franchi, ma per me, vissuti i primi 45 minuti, è fatta lo stesso. E invece il secondo tempo e' li pronto a regalarti le emozioni piu' belle che non ti aspetti. A Fiorenzuola d’Arda piove a dirotto. Ancora Mingardi nega la gioia del gol al nostro Simone Silvestri - l'avrebbe meritato - con un autentico miracolo. Si fa vivo il Crociati e il nostro Marco Valizia e' pronto a rispondere, regalandoci l'ennesima perla di giornata volando sotto il sette per togliere la palla dal bersaglio. Aveva calciato mirando l’angolino alto Guglieri, uno che ha fatto la C. Il campo non e' piu' un campo ma un acquitrino. Segna-linee sotto la tribuna in difficoltà'. Senza l'ex rossonero e protagonista di tornei notturni estivi Rocco Dattaro, sostituito, crescono i Crociati bravi ad accorciare su rigore con Bottarelli e poco dopo a ristabilire la parita' su azione di calcio d'angolo. Il gol lo segna Reggiani, il più giovane della gara. Un classe 1996. Il bello del calcio. Esultano a gran voce in tribuna i dirigenti parmigiani. Robe da mangiarsi le mani per noi, avanti per due reti all'intervallo. Gli errori nella vita si pagano caro e il Calcio e' metafora assoluta di vita. Ora a cinque minuti dalla fine della battaglia puo' succedere veramente di tutto.  Si accendono i riflettori. E’ partita vera. Entra Casisa, un giocatore d’altra categoria. Si cerca di riordinare le idee rapidamente. Il neo-entrati Lucci (18 gol l’anno scorso) e Gianluppi sono delle furie. Capitan Piva e il resto del gruppo si danno la carica. Il Fiore ci crede! Io non so come si possa trovare la forza nelle gambe e nella testa dopo una mazzata di questo genere e con un campo ridotto cosi? Fatto sta che allo scadere, quando la palla calciata da Andrea Lucci ruzzola nel sacco per il gol del 3 a 2 mi sono dovuto sfregare gli occhi per un po di istanti. Che festa collettiva in campo e in tribuna. La gola brucia, la gioia è immensa. Le domeniche più belle.
Marco Moschini
blogfiorenzuola1922@gmail.com



Fiorenzuola-Crociati Noceto 3-2
Fiorenzuola: Valizia, Strozzi (86’ Gianluppi), Barba, Petrelli, Piva, Biolchi, Pizzelli (64’ Casisa), Sessi, Franchi (57’ Lucci), Picchi, Silvestri. All. Mantelli
Crociati Noceto: Mingardi, Piccinini (72’ Compiani), Sanella, Spagnoli, Reggiani, Roma, Ibrahimi, Guglieri, Bottarelli (86’ Bortone), Dattaro (56’ Reverberi), Montali. All. Bazzarini
Arbitro: Ballerini di Bologna (Cristiano-Schelotto da Cesena)
Marcature: 25’ Picchi (F), 42’ Pizzelli (F), 68’ rig. Bottarelli (CN), 83’ Reggiani (CN), 89’ Lucci (F)
Note: spettatori 250 circa. Pioggia battente per tutto l’incontro, terreno allagato nel finale. Ausilio dei riflettori nel finale. Ammoniti Spagnoli (CN), Montali (CN). Angoli 6-4. 





martedì 14 gennaio 2014

Are you ready ?

glorioso US FIORENZUOLA Calcio 1922
Finalmente tornano le partite di pallone della domenica giù al campo. Mi mancavano troppo. 
Il gol di Andrea Lucci a San Nicolo' contro il Royale. Vi ricordate che razza di gol? Non vedo loro di rivedere euro-gol Rossoneri come quelli!
Non vedo loro di rivedere una paratona del nostro n°1 Valizia. Non vedo l'ora di rivedere un bel disimpegno del nostro capitano Dennis Piva. Una scorribanda di Strozzi e di Barba. Una spronata delle sue di mister Mantelli. Un acuto vincente di bomber Franchi. Non vedo l'ora di vedere all'opera i nuovi. E di veder vincere la mia squadra del cuore (anche giocando male si, anche questo). La squadra del mio paese che tanto bene sta facendo nel campionato di Eccellenza.
Altri 16 singolar tenzoni da disputare da qui alla fine. Impensabile imporre un rullino di marcia straordinario come quello del girone di andata. Altre 16 sfide da vivere sotto la pioggia, nella nebbia, con i primi caldi, nelle difficoltà. Chi vincerà il campionato? Ribattere colpo su colpo il Lentigione non sarà affatto facile. Ma già il fatto di essere lì, di essersi regalati con il sudore e l'umiltà un girone di ritorno ancora da protagonisti è felicità assoluta, pienezza d'orgoglio.
Dopo Casisa e gli importanti ritorni dei nostri giovani: Nicolò Galli e Jacopo Gianluppi. La Befana ha portato un altro elemento importante alla squadra. Dopo il centrocampista ex professionista Giuseppe Casisa, è sbarcato a Fiorenzuola anche l'ex capitano di Ravenna e Pavia: Gianluca Fasano.
Fasano è la storia magica di una favola, il sogno diventato di botto realtà. Il sogno di tutti i giovani dei vivai di società come la nostra. Il sogno di tutti i bambini stra-appassionati di Calcio. Debuttare da perfetti sconosciuti in Eccellenza, con le guance bianche e rosa, senza un filo di barba e con un po di tremarella nelle gambe, e gradino dopo gradino, domenica dopo domenica, allenamento dopo allenamento arrivare a disputare campionati di serie B. E' il sogno di tutti. Un bagaglio di esperienza in più che ai più giovane e al settore giovanile può offrire un grosso aiuto come forse alla prima squadre in momenti decisivi del campionato. Vedremo. Per la cronaca, l'esperto difensore rossonero ha avuto Natalino Gottardo come allenatore a Fidenza, in serie D nella stagione 2001-02. Dopo la sosta, si sa, si perde la confidenza con i novanta minuti di gioco, l'agonismo e i ritmi di match vero. Si riparte in casa, non in un rettangolo di gioco qualunque. Si riparte in un campo che non è un campo sportivo ma uno stadio vero che ci ha visti protagonisti ieri e oggi. Due gare fra le mura amiche per ripartite: con il Crociati e poi con la rivelazione del campionato Fidentina (tabù per noi) la domenica successiva. Il Crociati Noceto (..non i Crociati Noceto) è allenato dall'ex rossonero Vittorio Bazzarini e si è rinforzato bene nell'ultima sessione di mercato aggiungendo elementi davvero importanti quali: Checchi (ex Fidenza) e Montali (ex Fidentina) per rifare l'attacco, il piacentino Ettore Guglieri e il nostro ex Matteo Compiani in difesa. Con questi innesti i ragazzi di Bazzarini sono usciti dalle sabbie mobili della bassa classifica raggiungendo zone decisamente più tranquille. All'andata che difficoltà a superare i gialloblu, c'era voluta tutta l'esperienza del nostro Simone Silvestri. Non sarà facile anche stavolta ..
FORZA RAGAZZI! FORZA Us FIORENZUOLA 1922!
Marco Moschini

CLASSIFICA STOCCATORI:
11 reti: Lucev (Fidentina)
10 reti: Giuriola (San Felice)
9 reti: Montali (Crociati Noceto, 3 con la Fidentina), Napoli (Lentigione)
7 reti: Spadacini (Bagnolese), Olivo (Centese), Franchi e Pizzelli (Fiorenzuola)
6 reti: Dattaro (Crociati Noceto), Mascolo (Sanmichelese), Guerra (Meletolese); Oudaden (Folgore Rubiera)