mercoledì 31 agosto 2016

come seguire il FIORE

La APP più bella che non può mancare sul tuo smartphone e che ti aggiorna con il calendario, le classifiche e risultati del FIORE.
Se sei bravo in materia telefonia, se sei uno smanettone puoi mettere la pagina dell'US FIORENZUOLA 1922 come principale. Ha addirittura il simbolino incorporato.
Ecco come si presenta la APP di "Tutto il Calcio" :


oltre a "TUTTO IL CALCIO" dove e come seguire il FIORE quest'anno, quasi in tempo reale :

c'è la app e il sito aggiornatissimo e ben curato di SPORTPIACENZA.IT, un sito sullo sport del nostro territorio con largo spazio al Calcio che le province limitrofe ci invidiano non poco.

RADIO SOUND PIACENZA che negli ultimi hanno si collegava in tempo reale sui campi in cui era impegnato il Fiorenzuola di mister Mantelli.

la pagina dedicata allo sport di LIBERTA.IT

la home di USFIORENZUOLA.IT il sito ufficiale dell'US FIORENZUOLA CALCIO.

TELELIBERTA' emittente tv piacentina con la trasmissione del lunedi sera ZONACALCIO con sintesi delle partite del FIORENZUOLA e interventi dei calciatori e dei dirigenti ospiti di serata.

il sito EMILIA.GOL del Manso

la storica pagina nera del TELEVIDEO in tv, la pagina 254  per essere precisi (per il girone D, il nostro). Anche se ha ceduto il passo ai siti internet rimane una valida alternativa seppur dai tempi lunghi se hai finito i giga di connessione sul telefonino o sulla chiavetta del tuo pc casalingo.
Sembra ieri quando leggevo le scritte: ACQUI, CARCARESE, BRA, VOGHERESE, FANFULLA, VALENZANA, PEGLIESE, ALBENGA, SAMMARGHERITESE dietro alla nostra FIORENZUOLA. In carattere cubitali, sgranate all'inverosimile, lampeggianti con una risoluzione terribile sui monitori di vecchi Grundig e Saba. In casa e nei bar. Un tempo funzionava così ma ero lo stesso fantastico seguire il pallone locale.
Pensate, al bar Joker alla domenica il rito non è cambiato...



martedì 30 agosto 2016

il sogno di Lotti

domenica si riparte da qui, lontano da Fiorenzuola... nell'impianto intitolato a STEFANO LOTTI. Storia commovente di un ragazzo che aveva un grande sogno.


Sono passati quasi 30 anni da quel 28 febbraio rimasto inciso nella storia giallorossa in un modo che il tempo non può cancellare, da quella domenica in cui il Poggibonsi perse Stefano Lotti, il numero quattro della squadra di Uliano Vettori e di tanti giocatori con un posto speciale nel cuore dei tifosi giallorossi.
Era il campionato 1987/88, un’annata dalle emozioni intense, bellissima e allo stesso tempo terribile per il Poggibonsi, con la cavalcata verso la C2, nella stagione successiva allo spareggio perso a Perugia contro il Gubbio, e con la tragedia della perdita di un giocatore e di un ragazzo indimenticabile.
Stefano il centrocampista infaticabile, Stefano il lottatore determinato ma sempre leale, Stefano il ragazzo generoso e un po’ timido, Stefano e il suo sorriso gentile, le sue piccole attenzioni per tutti. Stefano la bandiera per tutti i tifosi giallorossi, anche quelli che non l’hanno mai conosciuto, Stefano il cui ricordo unisce ancora il gruppo dei suoi compagni di squadra.
A soli 24 anni, quel malore durante la partita contro la Tiberis Umbertide, nello stadio che ora porta il suo nome, gli ha strappato il suo futuro di uomo e di calciatore, e lo ha consegnato, eroe suo malgrado, all’immortalità del segno che ha scolpito nella storia giallorossa, nella memoria collettiva di tutto l’ambiente calcistico e della città, del coro dei tifosi che anche domenica intoneranno il suo nome, di quella maglia numero quattro sua per sempre.
Come ogni 28 febbraio, quest’anno il 25° anniversario dalla tragica scomparsa di Stefano Lotti, un contributo di Uliano Vettori, all’epoca allenatore del Poggibonsi e una delle figure più attive nel mantenere vivo il ricordo del centrocampista giallorosso.
Un cronista, con animo poetico, ricordando Stefano Lotti, ha sintetizzato con una frase lapidaria la data del 28 febbraio: “E’ l’onda che torna fino a noi senza pausa”. Ricordare quella data, è la tristezza il primo pensiero che ti avvolge la mente, ma è anche il giorno che con emozione, insieme a giovani e meno giovani, ti trovi ad onorare la memoria di un caro ragazzo. Sono trascorsi venticinque anni: “Un quarto di secolo!”. Potrebbe sembrare un’eternità. In questo caso è sbagliato usare il condizionale. La realtà dice che tutto è molto attuale, perché “l’onda torna da noi senza pausa” e coinvolge con l’aiuto del tempo le nuove generazioni di sportivi, che hanno da sempre a cuore i personaggi, le vicende, la storia del quasi novantenne sodalizio giallorosso. E’ bello constatare che tanti ragazzi che a quell’epoca non erano ancora nati o giovanissimi, sentirsi impegnati nel ricordo del ricordo del ragazzo di Madonna dell’Acqua, e farne valoroso esempio della loro passione sportiva. E’ loro impegno la cura del giardino all’interno dello stadio, dopo averne dato un significato storico. Curano con ammirevole simpatia i rapporti con la famiglia, con gli amici di Stefano, sollecitano con tempestività l’impegno della società e dell’amministrazione comunale, perché la data del 28 febbraio non cada mai nell’oblio. Prendiamo atto che quest’anno ci saranno più iniziative per ricordare l’evento. Oltre alla rituale cerimonia religiosa e l’incontro associativo con gli amici di Stefano, è prevista una rappresentanza di sportivi in visita al Cimitero di Madonna dell’Acqua. La società, nella gara del 3 marzo (con il Pontedera) dedicherà un omaggio floreale, che sarà deposto dai capitani delle squadre al cippo commemorativo all’interno dello stadio. Successivamente,  nel periodo primaverile, l’Us Poggibonsi titolerà un torneo Giovanissimi nel nome di Stefano. Lui, che nel quotidiano amava silenzio e semplicità. Tutto questo movimento avrà il potere di strappargli un bonario sorriso ma, siamo certi, che dopo il primo momento di stupore chiamerà vicino a sé Paolo e Moreno, amici indimenticabili, ed in questa giornata “tutta giallorossa” ci aiuteranno a ricordare tutte quelle persone non più presenti, ma che a suo tempo, da sportivi, da dirigenti, da atleti, hanno continuato con amore e passione ad onorare per tanti anni la storia di questa gloriosa Società.

Uliano Vettori

fonte: http://www.calciotoscano.it/us-poggibonsi/2013-02-1988-2013-25-anni-senza-stefano-lotti.html

domenica 28 agosto 2016

Lentigione-FIORENZUOLA 1-0 (COPPA ITALIA)

Sconfitta di misura per i ragazzi di Salmi al "Volante Levantini" di Lentigione che costa l'eliminazione dalla Coppa Italia.
Tornare al "Levantini" per i nostri Francesco Salmi, Napoli, Pessagno e Mezgour deve sempre fare un certo effetto. In questo piccolo rettangolo verde,  teatro di grandi imprese e successi con protagonisti i nostri nuovi elementi, contro un avversario esperto e rodato come il Lenz serviva un Fiorenzuola il più perfetto possibile. I ragazzi ce l'hanno messa tutta e questo è la cosa più importante al di là dell'eliminazione di Coppa che non è obiettivo della società.
Rispetto alla gara contro Castelvetro, mister Salmi deve fare a meno del portiere bresciano Vagge,  del centrocampista classe 1998 Kader Fany prodotto del settore giovanile Rossonero, di Guglieri (squalificato) e del neo-acquisto Paolo Contini non al meglio. E così ecco il debutto fra i pali del portierino ex Reggiana Nicholas Rizzo, un vero "felino" se avete avuto l'occasione di ammirarlo nelle sedute di allenamento agli ordini del bravo maestro Tonioli. Al centro della difesa, a far coppia con il bresciano Pizza ecco il laziale Matteo Bagaglini preferito a Reggiani. Sulle fasce, a destra capitan Petrelli e sulla mancina esordio del classe 1998 bielorusso Ivan Koliatko. A centrocampo: confermato Baribieri in mediana, supportato da bomber Pessagno, il tunisino ex Lega Pro Aimen Bouhali e il neo-acquisto Lorenzo Lari (trequartista). In avanti: la novità è la presenza dal primo minuto dell'attaccante di Codogno: Lorenzo Pezzi al posto di Alessandro Napoli protagonista della gara vittoria nel primo turno. Sulla fascia destra trotta sempre Mezgour, attaccante dalle lunghe leve imprescindibile.
Tanti addetti ai lavori sulla bassa tribuna dell'impianto. Giocare nel cuore della Bassa a due passi dall'argine grande fiume Po, alle 15 in una domenica d'estate come quella di ieri non aiuta di certo. Il match di Lentigione, rewind nel primo test amichevole dell'anno ha dato l'opportunità a Salmi e al suo staff di provare scelte alternative, amalgamare nel gruppo gli ultimi arrivati e tenere alto il ritmo in vista del debutto in campionato di domenica prossima 4 settembre nell'insidiosa Poggibonsi.
Rispetto alla gara contro la neo-promossa Castelvetro si è visto un Fiore più prudente, un po' più quadrato in difesa (che è importante). Nella prima frazione di gioco a casa di una delle squadre di fascia alta del girone che ha cambiato poco in estate ci siamo fatti vedere dalle parti del nostro ex n°1 Jean-Marie Comune (o Borges? ha cambiato cognome?) con il nostro n°7 Mezgour e con Pessagno, ma a metterla dentro sono stati i giallo-blu con Rocco. L'esperta prima punta di Monfalcone già ci aveva castigati al Comunale nel campionato 2014-15 quando vestiva la maglia tricolore del Thermal Abano.
Nella ripresa diversi avvicendamenti con l'ingresso in campo del giovane talento ganese Jalson Botchway ex della Beretti del Pio Piovani alla Feralpi Salò (che ha fatto bene con la sua rapidità), del cremonese Mattia Masseroni e di bomber Napoli. Il risultato rimarrà inchiodato sull'uno a zero per i padroni di casa allenati da mister Zattarin bravi a gestire il vantaggio, per la gioia dell'Immergas, dei dirigenti giallo-blu e dei sostenitori locali.
Domenica sarà già campionato. ..finalmente.
Caro Lenz ci rivedremo per la terza volta ad ottobre da noi.


LENTIGIONE-FIORENZUOLA 1-0
LENTIGIONE: Borges, Santagiuliana, Ferrari, Roma, Sane, Longhi, Bignotti (dal 37’st Candio), Savi, Fyda, Miftah (dal 25' st Pandiani), Rocco (dal 35' st Berti).
A disposizione : Spaggiari, Silva, Ogunley, Molinaro T., Molinaro N., Fanti. All: Zattarin.
FIORENZUOLA: Rizzo, Petrelli, Koliatko, Barbieri, Pizza, Bagaglini, Mezgour, Pessagno, Pezzi (dal 38' st Napoli), Bouhali (dal 21' st Masseroni), Lari(dal 13’st Botchway)
A disposizione: D’Apolito, Galli, Scarpato, Buffagni, Storchi, Reggiani. All: Salmi.
Marcatori: Rocco (L) al 46' pt.
arbitro: Sig. Centi di Viterbo, con assistenti il sig. Reputo di Bolzano e il sig. Tirico di Modena.
Ammoniti: Sane (L), Fyda(L) Bagaglini (F)


le immagini sono state "pescate" dalla pagina Facebook Lentigione Calcio

GLI ALTRI RISULTATI DI COPPA:
Triestina-Tamai 0-0 6-7 d.c.r.
Mestre-Union ArzignanoChiampo 2-2 5-6 d.c.r.
Folgore Caratese-Monza 2-1
Gozzano-Borgosesia 1-0
Imolese-Ribelle 2-0
Viareggio-Real Forte Querceta 4-2
Jolly Montemurlo-Sangiovannese 3-0
Muravera-Nuorese 1-2
Due Torri-Palmese 1-2
Belluno-Montebelluna 2-2 7-5 d.c.r.
Levico Terme-Union Feltre 2-1
Este-Adriese 0-1
Darfo Boario-Dro 1-0
Legnago-Abano 2-3
Delta Rovigo-Vigontina 1-1 3-5 d.c.r.
Ciliverghe Mazzano-Virtus Vecomp Verona 3-1
Virtus Bergamo-Cavenago Fanfulla 4-0
Ciserano-Grumellese 2-3
Pro Patria-Pro Sesto 1-0
Bustese-Inveruno 1-0
Olginatese-Lecco 0-1
Pontisola-Varese 1-2
Chieri-Pinerolo 2-1
Bra-Cuneo 1-3
Casale-OltrepòVoghera 0-0 5-6 d.c.r.
Lavagnese-Fezzanese 2-3
Sestri Levante-Sporting Recco 2-1
Argentina-Sanremese 1-1 3-4 d.c.r.
San Marino-Vis Pesaro 0-2
Sammaurese-Ravenna 0-2
Alfonsine-Correggese 1-2
LENTIGIONE-FIORENZUOLA 1-0
Trestina-Pianese 0-0 5-6 d.c.r.
Poggibonsi-San Donato Tavarnelle 0-1
Gavorrano-Colligiana 1-1 4-6 d.c.r.
Ponsacco-Ghivizzano Borgo a Mozzano 0-2
Matelica-Foligno 0-1
Jesina-Recanatese 1-1 4-2 d.c.r.
Campobasso-Civitanovese 1-1 3-4 d.c.r.
Ostia Mare-Torres 0-2
Arzachena-Latte Dolce 1-2
Flaminia-Rieti 0-1
Albalonga-Cynthia 1-0
Avezzano-L'Aquila 1-0
San Nicolò-Vastese 2-1
Turris-Aversa Normanna 3-2
Cavese-Herculaneum 2-0
Nocerina-Sarnese 1-0
Rende-Roccella 2-0
AZ Picerno-Gelbison 0-1
Bisceglie-Gravina 3-0
Manfredonia-Nardò 2-2 4-6 d.c.r.
Chieti-Trastevere (rinviata)
Sicula Leonzio/Igea Virtus-Sancataldese (rinviata)
Olympia Agnonese/Madre Pietra Daunia-Gladiator (rinviata)

Un privilegio

Penso che essere ROSSONERI sia davvero un gran privilegio.


Non colori sociali qualunque. Non colori usati da tutti. Il ROSSO e il NERO.


Il Milan in serie A. Qualche apparizione del Foggia nella massima serie. La Lucchese nella cadetteria qualche anno fa e il Lanciano, poi basta. Sono poche pochissime. In regione ci sono i cugini del Pro e forse niente più. Nelle vicinanze: Voghera e Sant'Angelo. Una rarità bardarsi di Rosso e nero e per un calciatore indossare questi colori così unici. Posso immaginare che ti può capitare in carriera metterti addosso il biancorosso e il biancoazzurro più volte. Ma i nostri ..se sei fortunato si.

tutti i club ROSSONERI come il FIORE : http://fiorenzuola1922.blogspot.it/2010/07/colori-sociali-rossonero-come-noi.html




venerdì 26 agosto 2016

Giovani giovani, correre forte e via


FRANCESCO SALMI torna da avversario a Lentigione
Marcia di avvicinamento alla prima giornata di campionato con la sfida di Coppa in programma domenica pomeriggio nel piccolo rettangolo di Lentigione.
Per regalarsi un'altra domenica con un impegno ufficiale abbiamo sudato non poco contro il Castelvetro. Noi, squadra giovane e quasi completamente rifatta, tante assenze e la defezione di un animale da area di rigore hanno graziato i modenesi che sono rimasti in partita nonostante la doppia inferiorità numerica fino alla fine. Mattatore di giornata un uomo di Salmi, quel Simone Pessagno arrivato dalla Vigor Carpaneto (ex Pro Piacenza e Fidenza) che con un cinismo smisurato ha infilato la porta per ben due volte facendo pendere la bilancia dalla nostra parte a scapito dei bianco-blu dal budjet milionario. Contro il Castelvetro si è visto pure Massimo Bagatti di persona, presente in tribuna a visionare noi e i modenesi, e suoi ex.
Ora si torna nella vicina Lentigione di patron Amedei, contro una pari categoria che ha ritoccato quanto basta l'organico per fare ancora di più. Mezgour è passato da noi e al suo posto hanno preso Bignotti. In attacco al fianco dell'intramontabile Miftah hanno ingaggiato bomber Rocco. Dietro le punte di diamante quel Savi che sarebbe stato un grandissimo innesto per noi. Dopo esserci scottati con in vecchi, forse meglio così. Giovani giovani, correre forte e via.
In porta potrebbe essere schierato il nostro ex Jean-Marie Comune e davanti a lui la sorpresa Longhi arrivato dal Salsomaggiore dove ha fatto vedere ottime cose. In amichevole, non avevamo fatto male. Uno a zero per i giallo-blu (o bianco-rossi?) circa un mesetto fa.
Nella Lentigione che ha visto protagonisti i nostri: Napoli, Mezgour, Pessagno e Delnevo allenati da Francesco Salmi possiamo provare a misurarci contro una squadra che punta a fare un campionato importante nei piani alti della classifica. Un match per provare a crescere ancora di più come ha detto in settimana il vice-presidente Luca Baldrighi. Per tenere alti i ritmi in vista dell'inizio imminente del campionato. Non sarà disponibile Ettore Guglieri espulso domenica scorsa per intervento duro ai danni di un avversario. Potrebbero esserci altre novità con gli inserimenti degli ultimi arrivati: Matteo Bagaglini al centro della difesa, il neo-acquisto Paolo Contini sulla corsia mancina, Lorenzo Lari dietro le punte.
ancora una volta LENTIGIONE-FIORENZUOLA!



mercoledì 24 agosto 2016

Errata Corrige di Armarcord

chiedo venia.. pardon. ERRATA CORRIGE per il post di "Amarcord ROSSONERO" pubblicato il 23 agosto.


L'immagine d'antan qui sopra fu immortalata dal campo durante un match della formazione JUNIORES FEDERALI dell'US FIORENZUOLA.

Sarà stato un settembre o a primavera nei primi anni 70' visiti gli indumenti leggeri. Non Gavazzi Giovannino nelle vesti di allenatore ma GIORGIO MONTESCANI che fu calciatore Rossonero nella prima squadra negli anni 60' (A & O Fiorenzuola). Un passato anche nelle giovanili dell' AC Milan. Nella nostra foto in piedi dinnanzi alla sgangherata panchina c'è dunque Montescani a impartire direttive ai ragazzi insieme al fratello.

Seduti sulla pista sono in 3 : Ermanno Sorrenti del Premio Sport (storico esercizio commerciale fiorenzuolano), Fanni e con la maglietta chiara Luigi Pinalli, attuale presidente Rossonero in carica dalla tribolata estate del 2002. Ne è scaturita dunque una vera chicca.

Devo ringraziare molto GRAZIANO MOLINARI del 56' anch'egli ex calciatore del FIORENZUOLA
per avermi contattato e fornito precisi chiarimenti.

Grazie ... e sempre FORZA FIORE!


gli SPONSOR

Per andare avanti servono anche loro..
Oltre ai main-sponsor TAL-SIDERPIGHI, NUOVA CASER e PROFUMERIA PINALLI ci sono tante altre realtà cittadine e della provincia a dare il proprio contributo..
PISATI, TIPOGRAFIA MARCHI, TURNI, PARIETTI, L CENTRO DEL FRENO, TIRAMANI, WINDSURF, MAC MAR, FERRARI RESTAURI, SAVER, TECO, ARREDORAMA, ANTONIO FINOTTI, ELFO, NEGRI STUDIO FOTOGRAFICO, RISTORANTE DA FACCINI, RAMENZONI CAFFE'.

Forza US FIORENZUOLA CALCIO

martedì 23 agosto 2016

Tempi che furono (Amarcord)

Non conosco la data di questa foto in bianco e nero..

L'immagine è stata scattata al Comunale. La panchina dove ora impartisce le dritte mister Salmi era da soli tre posti. Le riserve sedute sull'allora anello in terra battuta del velodromo. Erbacce dappertutto.
Le tute in lanina con la scritta bianca US FIORENZUOLA al centro.

Uno di quelli in piedi potrebbe essere il fiorenzuolano Giovannino Gavazzi (allenatore), con trascorsi in serie B a Catania e nella Massese.

Sullo sfondo si intravede la porta interna dei vecchi spogliatoi e della sede. E la zona gradinata, allora adibita a parcheggio di vecchie Fiat.


Come cambiano i tempi. Ma le domeniche sono sempre quelle. Da favola dal 1922 ad oggi..
SEMPRE FORZA US FIORENZUOLA CALCIO !

domenica 21 agosto 2016

FIORENZUOLA-Castelvetro 2-1 Simone Pessagno (doppietta) - COPPA ITALIA


SIMONE PESSAGNO abbracciato dai compagno (foto di LIBERTA.IT)
Si allunga l'avventura Rossonera in Coppa Italia, grazie al successo in esordio contro il neo-promosso Castelvetro. Il nuovo Fiorenzuola targato Francesco Salmi parte bene, mostrando nella prima mezz'ora di gioco idee e buone trame di gioco. Il Castelvetro lavora di contropiede. Pochi ritocchi in estate con la conferma dei buoni, i protagonisti della loro storica promozione in serie D. L'impronta giusta per ambire in alto. L'avversario gioca a memoria e con tre tocchi è micidiale. Il Nicolas Cage del gol (Cozzolino) manda nel pallone il nostro Reggiani e al secondo tentativo i modenesi passano infilando Vagge. Con una squadra completamente rifondata, tanti giocatori passati in prova non si poteva chiedere subito gioco e vittoria. I ragazzi di Salmi sono stati bravi a rimanere uniti e a fare le cose semplici come aveva chiesto il tecnico di Bologna. Una buona mezz'ora, il calo e poi il ritorno nella ripresa con quel rigore su fallo tecnico o no che ha fatto imbufalire tutto lo staff ospite e che è costata la doppia inferiorità numerica ai bianco-azzurri di Serpini che per agonismo ed esntusiasmo mostrato in campo volevano troppo vincere questo match e continuare in Coppa. La svolta cade non ricordo a che minuto della ripresa. Alessandro Napoli ex di turno e attaccante di grande movimento incassa una manata al volto dal numero 2 ospite proprio a ridosso della porta difesa da Tabaglio. Sul proseguo dell'azione l'arbitro è richiamato dal segnalinee e suggessivamente va ad espellere Galassi e a decretare un calcio di rigore a favore del Fiorenzuola. Sul dischetto va la maglia numero 7 Mezgour. Tiro potente e angolato che si stampa sul palo. Maledizione. Ci avevano detto però che il parmigiano Pessagno 5 o 6 gol li fa tutti gli anni. Sembra esserci e poi non esserci nella giornata del debutto, fatto sta che è lestissimo a portarsi sulla ribattuta del pallone e appoggiarlo in rete. Proteste a non finire degli avversari. Espulso anche il 7. Ora possiamo piegare definitivamente il Castelvetro e invece di affondare il coltello è come se fossimo rimasti stupiti per tradizione della pioggia di cose a sfavore degli ospiti. Letteralmente bloccati. La superiorità numerica a lungo andare ci aiuta colpiamo una traversa poi su cross al bacio piovuto dalla destra svetta più in alto di tutti ancora lui, Simone Pessagno per il gol che può valere il passaggio del turno. Ora i Rossoneri sono padroni del campo ma un minimo errore può riaprire i giochi e siccomè siamo bravi ma giovani e ancora in rodaggio ci sta di perdere una palla importante. Vagge rimedia buttandosi sul pallone e salvando il risultato. Nel frattempo non vi ho detto che era volato un altro Rosso ma stavolta ai danni di Guglieri. I minuti finali corrono via senza apprensioni e così ci si regala un altra domenica di calcio vero in vista del debutto di campionato in quel di Poggibonsi del 4 settembre.
Giocare in uno stadio bello come il nostro ti fa capire tante cose. Tornare alla domenica al Comunale per seguire il Fiore è sempre unico e speciale. Mancavano troppo le domeniche giù al campo. Ritrovarsi è sempre bello. Bellissimo.Vedere Andrea Petrelli (capitano) impegnato da terzino destro vale il prezzo del biglietto. Non è un vedere è un ammirare. Bene il classe 1998 Fany prodotto del settore giovanile partito titolare. Bene Barbieri con la maglia numero 4 davanti alla difesa. Personalità e pochissimi fronzoli per l'ex mediano della Berretti della Cremonese. Bene il tunisino Bouhali con la maglia numero 10. Bene Adil Mezgour che sarà quel che sarà ma è un cavallo e la spinta che da alla squadra è impressionante.
Siamo solo all'inizio. Segnali positivi e cose da correggere. Test come quelli di oggi sono davvero importanti. Con soli diciotto effettivi a disposizione, il via a vai di calciatori per trovare quelli giusti da vestire di Rossonero per un intero anno, un mese scarso di preparazione niente più, le assenze di Lari in mezzo al campo, di Botchway, di Bersanelli, Contini e Bagaglini in difesa, la punta madre che non abbiamo insomma non si poteva chiedere di più. Il cerchio di maglie Rosse e Nere a centrocampo a partita finita da minuti con in mezzo Salmi spiega tante cose. Si possono vincere partite anche così.
BRAVI RAGAZZI! SEMPRE FORZA MAGICO FIORE!

Fiorenzuola-Castelvetro 2-1
Fiorenzuola: Vagge, Petrelli, Guglieri, Barbieri, Pizza, Reggiani, Mezgour, Pessagno, Fany (72’ Storchi sv), Bouhali (81’ Buffagni sv), Napoli (70’ Pezzi sv). All. Salmi
Castelvetro: Tabaglio, Galassi, Laruccia, Spezzani (80’ Mandelli sv), Farina, Serra, Boilini, Covili, Bagatti, G. Cozzolino (62’ S. Cozzolino), Greco (62’ Vernia sv). All. Serpini
Arbitro: Maninetti di Lovere (De Ambrosis-Simeone)
Note: giornata calda, terreno in ottime condizioni, spettatori 400 circa. Espulsi Galassi (C) per fallo violento, Boilini (C) per doppia ammonizione e Guglieri (F) per fallo violento. Ammonito Reggiani (F)
Reti: 40’ Boilini (C), 60’ e 83’ Pessagno (F)

sabato 20 agosto 2016

Un Fiorenzuolano alla corte di Salmi

Da piccolo alla domenica seduto in gradinata ad assistere il fratello Michele centrale difensivo del triste Fiorenzuola di Settimio Lucci.
A distanza di anni PAOLO CONTINI torna al Comunale per rinforzare il pacchetto arrestrato disegnato da mister Salmi.
Contini è un terzino sinistro che arriva in prestito dal Piacenza del vernaschino Arnaldo Franzini. Ha fatto tutta la trafila nel settore giovanile biancorosso dai pulcini sino alla prima squadra.
Classe 1997, 26 presenze nel campionato di serie D scorso, titolare nei match bollenti contro il Lecco e il Seregno, CONTINI rappresenta un ottimo rinforzo per lo scacchiere di mister Salmi.

e domani finalmente si torna in campo per la prima al Comunale, valevole per la fase priliminare della Coppa Italia di serie D, domenica 21 agosto, ore 16 :
FIORENZUOLA-CASTELVETRO MODENA

giovedì 18 agosto 2016

LARI e l'italo-tunisino BOUHALI per il centrocampo


il neo-rossonero LARI LORENZO contrastato la Pietro Pighi
Altri due colpi messi assegno dal Team Manager Luca Baldrighi che si assicura le prestazioni del trequartista LORENZO LARI e dell'esterno offensivo di centrocampo AIMEN BOUHALI. Due pezzi da novanta voluti da Francesco Salmi. I due ragazzi erano già presenti alla seduta di allenamento di martedi 16 agosto. Nella giornata di ieri è arrivata la firma nero su bianco nella sede di via Campo Sportivo 1.

C'è non credeva in Temperino poi chi già pregustava Arati e chi sognava Selvatico alla fine l'ha spuntata questo giovane emiliano nel rispetto della politica dei giovani tracciata dalla società i due nuovi innesti vanno a completare il reparto di centrocampo. Senze prime donne.
LARI originario di Carpi, scuola Modena e Sassuolo, un diploma in ragioneria, nonostante la giovane età (è del 1994) ha centimetri e muscoli e già alle spalle tre campionati di serie D. Due alla Correggese alle dipendenze di mister Bagatti dove è stato nostro avversario (62 presenze in biancorosso e 3 reti in due anni) e una al Ribelle di coach Mauro Antonioli (ora al Ravenna) nello scorso campionato (33 presenze con 4 reti, una realizzata al Parma di Apolloni).
Il ragazzo a cui sarà affidato il centrocampo ha la stessa età di Marmiroli obiettivo mancato di luglio. L'età giusta per affermarsi e regalare soddisfazioni all'ambiente Rosso-Nero.
duello LARI - Guglieri di qualche anno fa
Dal Gubbio di Masi (Lega Pro) dove ha totalizzato una ventina di presenze arrivà l'esterno mancino di centrocampo AIMEN BOUHALI. Un italo-tunisino classe 1995 che come Lari ha vestito la casacca della Correggese ex squadra di mister Salmi e vanta anche esperienze nella Primavera del Genoa.
AIMEN BOUHALI con la maglia rosso-blu del Gubbio lo scorso anno
DOMENICA 21 AGOSTO ore 16 debutto in Coppa allo stadio Comunale
FIORENZUOLA-Castelvetro Modena

mercoledì 17 agosto 2016

MATTEO BAGAGLINI è ROSSONERO

Tassellato il reparto arretrato con l'arrivo del classe 1992 laziale MATTEO BAGAGLINI

Stopper centrale dalla notevole stazza atletica, Bagaglini ha fatto la trafila nei settori giovanili professionistici della Cisco Roma e del Pescara. Nell'annata 2010-2011 a soli 18 anni, ha esordito in serie D con la Renato Curi Angolana. Nel club abruzzesi il ragazzo di Velletri si è messo in mostra e l'anno successivo è arrivata la chiamata in serie C del Chieti. Una stagione sempre in C al Martina Franca poi il ritorno a Chieti.
Negli ultimi due anni, la nuova maglia n°6 del Fiorenzuola ha maturato altre esperienze nei campassi del Sud, a Celano, a Genzano con la maglia de Cynthia e in Sardegna nella Nuorese.

L'ingaggio di Bagaglini da garanzie sulla carta, esperienza e fisicità alla linea difensiva Rossonera rimasta orfana di Alessandrini e colpita da diversi altri infortuni.

martedì 16 agosto 2016

il test di Salò e l'impegno di Coppa

Continua la preparazione in vista dell'inizio di campionato (4 settembre), per trovare il migiore assetto e la giusta rotta indicata da Francesco Salmi.
Sabato scorso, al "Lino Turina" di Salò i Rossoneri capitanati da Andrea Petrelli (schierato terzino destro) sono stati sconfitti per tre reti a zero dai padroni di casa del Feralpi Salò allenati da Antonino Asta impegnati nel campionato di serie C.
La società lombarda ha fornito ai Rossoneri nel mercato estivo i giovani Vagge (portiere) e Pizza (stopper) entrambi partiti titolari. In prova il mediano Ragnoli ex Brescia e l'esterno offensivo ganese Bocthway.
Una tappa importante nel lavoro di avvicinamento al Campionato.

Il prossimo impegno, è già un impegno ufficiale. Domenica 21 agosto allo stadio Comunale, turno preliminare di Coppa Italia contro una matricola che si preannuncia terribile: il Castelvetro di Modena. L'ex squadra di Alessandro Napoli ha confermato il tecnico della promozione Serpini, bomber Cozzolino e l'ex faro di centrocampo di Salmi il modenese Covili. Fiore all'occhiello del mercato estivo la firma dell'attaccante ex Modena: Giuseppe Greco.
Un Castelvetro dunque ambizioso perchè quando una neopromossa conferma il gruppo e mette a segno qualche ritocco importante, può sognare sulle ali dell'entusiasmo grandi soddisfazione. Ne sappiamo qualcosa noi di Fiorenzuola.
Con una squadra rifatta quasi da zero, ancora alla ricerca di un mediano che sappia dettare i tempi e dare solidità, contro un avversario con una voglia matta di stupire sulla scia della campionato appena vinto ..non si potrà pretendere la luna. La voglia di ripartire, D conoscere i nuovi e mister Salmi è davvero tanta.
io vado.. FORZA RAGAZZI! FORZA US FIORENZUOLA!

venerdì 12 agosto 2016

Esordio a Poggibonsi



Si parte il 4 Settembre. Prima di campionato in Toscana, ore 15 a domicilio del Poggibonsi.



Adriese-Ribelle
Scandicci-Mezzolara
Colligiana-Castelvetro
Correggese-Pianese
Imolese-Sangiovannese
Lentigione-Delta Rovigo
Poggibonsi-Fiorenzuola
Ravenna-Rignanese
Virtus Castelfranco-San Donato Tavarnelle






I leoni toscani sono allenati dal siciliano Domenico Giacomarro di cui ricordo la figurina Panini nella militanza cadetta nel Licata di Zeman. I dirigenti hanno come obiettivo dichiarato il ritorno in Lega Pro. 


Alla seconda di campionato al Comunale, subito la sfida di prestigio contro RAVENNA. I romagnoli sono allenati da un ex banidera del Ravenna dei tempi d'oro, quel Mauro Antonioli che era stato all'epoca vicino a indossare la nostra casacca Rosso-nera.

Un inizio tinto di GIALLO-ROSSO in pratica... contro due nobili decadute della SERIE C.

Poi si imbocca la via Emilia per raggiungere l'IMOLESE e il suo bell'impianto, per la terza di campionato. I rossoblù sono fra i favoriti.

Il 9 ottobre: Fiorenzuola-LENTIGIONE


Un inizio di campionato per niente facile per i ragazzi di mister Salmi.

Potrebbe portare bene: Ultima di campionato il 7 maggio a Castelfranco Emilia che ricorda Virtus Castelfranco-FIORENZUOLA 33esima della stagione 2010-11 con la matematica salvezza del raggiunta dal Fiorenzuola in terra modense. Quel Fiorenzuola allenato prima da Gottardo e poi da Viali era stato ripescato a inizio stagione.

In tanto continua la preparazione al campo n°2 con gli esami per i giovani e i calciatori in prova. Il mediano toscano Yuri Papi e il centrale difensivo Mauro Bagaglino gli ultimi arrivati. Domani, sabato 13 agosto, ore 17, è prevista l'amichevole in terra lombarda contro il FERALPI SALO' club di serie C, prima del riposo di Ferragosto.

giovedì 11 agosto 2016

Usciti i gironi di serie D! Torniamo nel girone D

La Lega Nazionale Dilettanti ha diramato oggi alle 13 i nuovi gironi della serie D 2016-17:

Torniamo nel girone D dove come al solito c'è un po di tutto. Si parte dall'Emilia per spaziare al Veneto e scendere lungo la costa Adriatica per poi valicare gli Appennini e raggiungere la Toscana. Un ritorno all'antico per noi. Nel raggruppamento del Sud del Nord, direbbe il senatur.

Girone a 18 squadre forse più agevole a nostro avviso rispetto al girone Lombardo e al Piemontese-Lombardo.

Sono 6 le trasferte "corte". 12 quelle impegnative, soprattutto quelle ostiche per antonomasia in Toscana per chilometraggio autostradale e agonismo.

Ravenna, Sangiovannese, Poggibonsi, Rovigo e FIORENZUOLA le nobili decadute.
C'è la novità bianco-verde Rignanese, la squadra del presidente del consiglio Matteo Renzi. Il Castelvetro di Modena ex compagine di Alessandro Napoli al primo anno in serie D. Altre novità per noi: la Pianese (bianconeri di Toscana), il San Donato Tavarnelle, l'Adriese, la Colligiana.
Ritroviamo le big: Lentigione e Delta Rovigo (con gli ex Piacenza Santinelli e Boccanera), Correggese e Imolese, lo Scandicci, il Mezzolara (club del paese di Salmi: Budrio), la Ribelle, la Virtus Castelfranco di Chezzi abbonata alla serie D.

Girone D 2016-17: Adriese, Castelvetro Modenese, Colligiana, Correggese, Delta Rovigo, US FIORENZUOLA, Imolese, Lentigione, Mezzolara, Pianese, Poggibonsi, Ravenna, Ribelle, Rignanese, San Donato Tavernelle, Sangiovannese, Scandicci, Virtus Castelfranco.

Coppa Italia di Serie D:  il turno preliminare è in programma domenica 21 agosto mentre il primo turno (entrambi a eliminazione diretta in gara unica) è fissato per domenica 28 agosto.

Ora tocca a noi ..farci trovare pronti e competitivi.
Missione SALVEZZA.
FORZA MAGICO FIORE !

martedì 9 agosto 2016

la Geografia della SERIE D 2016-17

FIORENZUOLA sorride perchè in qualche modo ci siamo anche noi.. per la diciassettesima volta.. speriamo di fare bene. In attesa della redazione dei gironi ecco le invitate al grande ballo. Fra abbonate e new entry.

LA GEOGRAFIA della SERIE D 2016-17 regione per regione:
PIEMONTE (9): Borgosesia, Bra, Casale, Chieri, Cuneo, Gozzano, Pinerolo, Pro Settimo, Virtus Verbania
LIGURIA (9): Argentina, Fezzanese, Finale, Lavagnese, Ligorna, Sporting Recco, Sanremese, Savona, Sestri Levante
LOMBARDIA (23): Bustese, Caravaggio, Caronnese, Cavenago Fanfulla, Ciliverghe Mazzano, Ciserano, Darfo Boario, Folgore Caratese, Grumellese, Inveruno, Lecco, Legnano, Olginatese, Oltrepó Voghera, Pergolettese, Pontisola, Pro Patria, Pro Sesto, Scanzorosciate, Seregno, Varese, Varesina, Virtus Bergamo
TRENTINO A. ADIGE (3): Dro, Levico, Virtus Bolzano
VENETO (17): Abano, Adriese, Altovicentino, Arzignano Chiampo, Belluno, Calvi Noale Campodarsego, Delta Rovigo, Este, Legnago, Luparense, Mestre, Montebelluna, EC Pievigina, Union Ripa, Vigasio, Virtus Vecomp Verona
FRIULI V. GIULIA (3): Cordenons, Tamai, Triestina
EMILIA ROMAGNA (13): Alfonsine, Virtus Castelfranco, Castelvetro, Correggese, FIORENZUOLA, Imolese, Lentigione, Mezzolara, Ravenna, Ribelle, Romagna Centro, Sammaurese, San Marino
MARCHE (8): Castelfidardo, Civitanovese, Fermana, Jesina, Matelica, Monticelli, Recanatese, Vis Pesaro
UMBRIA (4): Città di Castello, Foligno, Sansepolcro, Trestina.
TOSCANA (16): Colligiana, Gavorrano, Ghivizzano, Grosseto, Massese, Jolly Montemurlo, Montecatini, Pianese, Poggibonsi, Mobilieri Ponsacco, Real Forte Q., Rignanese, Scandicci, San Donato Tavernelle, Viareggio, Sangiovannese
LAZIO (10): Albalonga, Anzio, Ciampino, Cynthia, Flaminia, Monterosi, Ostiamare, Rieti, Trastevere
ABRUZZO (6): Avezzano, Chieti, L'Aquila, Pineto, San Nicolò, Vastese
MOLISE (2): Campobasso, Olympia Agnonese
CAMPANIA (12): Agropoli, Aversa, Cavese, Città di Nocera, Frattese, Gelbison, Gragnano, Herculaneum, Marcianise, Pomigliano, Sarnese, Turris
PUGLIA (6): Bisceglie, Gravina, Manfredonia, Nardò, San Severo,
BASILICATA (4): Francavilla, Picerno, Potenza, Vultur Rionero
CALABRIA (5): Castrovillari, Palmese, Rende, Roccella, Sersale
SICILIA (5): Due Torri, Gela, Igea Virtus, Sancataldese, Sicula Leonzio
SARDEGNA (7): Arzachena, Lanusei, Latte Dolce, Muravera, Nuorese, San Teodoro, Torres

Quante nobili decadute, come sempre nell'olimpo dei dilettanti non mancano: i nerostellati del Casale nostra vecchia conoscenza dei tempi della serie C come il Ravenna, il Lecco (cazzo ..il pareggio dello scorso anno ancora non mi va giu), la Pro Sesto affrontata lo scorso anno, la Pergolettese della vicina Crema, udite udite la Pro Patria, la Triestina, il Legnano (lilla), la Massese, gli arancio-neri di Mestre, la Vis Pesaro, il Ponsacco e la Viareggio. Poi c'è la Sanremese il Savona affrontata in Interregionale in un testa a testa veramente avvincente (1989-90), il San Marino. Il Grosseto che era in serie B con Luigi Consonni solo pochi anni fa.

Ritroveremo il Fanfulla risorto grazie a una fusione. A portare le zebre di Lodi in serie D ci ha pensato il bomber pittore Paolino Curti (che in estate è passato alla Pergolettese) nelle vesti di tecnico alle prime armi con in squadra gli ex rossoneri Dragoni e Guerini. Ritroveremo anche la Pievigina, compagine di Pieve di Soligo che aprì una breve parentesi nel campionato di serie C2 1990-91. Il Borgosesia del diesse rossonero mancato Di Battista.

Al centro-sud Italia quanti derby e quanto fascino fra ex regine del calcio minore professionistico italiano con: Chieti, Fermana, L'Aquila, Vastese, Potenza, Turris, Cavese e Torres.

Scanzorosciate che nome, quasi uno scioglilingua. Sarà la prima volta in D per il club lombardo.

La Correggese del presidente Lazzaretti che vince, gioca e rigioca spareggi e poi non vuole andare su perchè evidentemente si è affezionata a questa categoria.

Tre capoluoghi di regione: Campobasso, Potenza e Trieste e tanti capoluoghi di provincia. La Lombardia è la regione più rappresentata con ben 23 club iscritti al torneo, un record ma a noi di Fiorenzuola d'Arda non nominateci la Lombardia...
speriamo di fare bene!


domenica 7 agosto 2016

Lentigione-FIORENZUOLA 1-0 (amichevole)


REGGIANI e PETRELLI, in secondo piano ALESSANDRINI
Nel secondo test amichevole di precampionato i Rossoneri di Salmi si devono arrendere a un Lentigione più rodato e definito. Tanti gli infortunati e acciaccati: il portiere Rizzo, Bersanelli, Delnevo, Delporto, Botchway. In campo al Levantini un Fiorenzuola in linea verde con Petrelli, Mezgour e Guglieri a fare le chiocce.
Sono partiti titolari Alessandro Vagge fra i pali, il giovane bielorusso ex Parma Koliatko sulla corsia mancina; e al centro della difesa il neo-acquisto Pizza (1997) e il gigante nigeriano Adedoyin Sanni ex Lega Pro nell'Aquila. Il nuovo capitano Petrelli schierato terzino destro. In mediana dal primo minuto il cremonese Barbieri. Maglia numero 10 al prodotto del settore giovanile Fany. Nella ripresa sono entrati il n.12 D'Appolito, Alessandrini, Reggiani, Masseroni, Maggi, Storchi e Ragnoli.

SANNI è partito titolare al centro della difesa

LENTIGIONE-FIORENZUOLA   1-0
Lentigione: Comune, Candio, Traorè, Roma, Rieti, Galuppo, Berti, Hima, Pandiani, Miftah, Bignotti. A disposizione: Nava, Ogunleye, Longhi, Zanola, Fyda, Sane, Andersen, Fanti, Savi, Silva. Allenatore: Gianluca Zattarin.
Fiorenzuola: Vagge, Petrelli, Koliatko, Barbieri, Pizza, Sanny, Mezgour, Pessagno, Fany, Guglieri, Napoli. A disposizione: D’Apolito, Alessandrini, Reggiani, Galli, Colacchio, Masseroni, Buffagni, Ragnoli, Maggi, Storchi, Pezzi. Allenatore: Francesco Salmi.
Marcatori: Fanti (L) al 1’ st.


REGGIANI

MEZGOUR

sabato 6 agosto 2016

3 arrivi dal Lago di Garda

Dopo il ghanese Botchway altri 3 arrivi dal Lago di Garda, per il FIORENZUOLA.
Sono il portiere classe 1996 ALESSANDRO VAGGE affrontato la scorsa stagione sia all'andata che al ritorno contro il Pontisola. Il talentuoso difensore classe 1997 PIETRO MARIA PIZZA e il centrocampista classe 1994 NICOLO' RAGNOLI. Tutti e tre sono allenati con i primi due che sembra siano stati subito tesserati. Ragnoli si è aggregato in prova perchè dovrebbe andare a ricoprire il ruolo di mediano davanti alla difesa e qui la società non può permettersi di sbagliare. Pochi scampoli di presenze in serie C con il FeralpiSalò di Daiana nella passata stagione per il ragazzo bresciano che vanta apparizioni in serie B da titolare con il Brescia.
I tre ragazzi si sono gia allenati ieri con il resto del gruppo e oggi saranno a disposizione per il match amichevole contro il Lentigione di Zattarin (ore 17).

Continua questa curiosa collaborazione con il FeralpiSalò. E' stata anche fissata un amichevole per sabato 13 agosto il lombardia contro i verde-azzurri al posto nel test contro la Reggiana.

venerdì 5 agosto 2016

il salmo di oggi ...lettera D

Passati per il rotto della cuffia (anche se ne arriveranno altri).
Non so quanto lo meritiamo, visto il verdetto sul campo dello scorso anno. Però è bello esserci.

Esserci ancora nella prima vetrina del calcio Nazionale dei dilettanti. Affacciati alla finestra assieme a club che hanno fatto la storia del calcio italiano.. un dono, un privilegio domenicale che non tutti riescono ad apprezzare.

Nella serie A dei dilettanti e delle cittadine d'Italia ci saremo ancora anche noi, con il nostro stadio da 4000 posti, 2000 al coperto. Ci saremo ancora con una maglia che ha quasi 100 anni di storia senza fallimenti e 15 campionati si serie C racconti da diario cuore. E anche se al settimo giorno ci fischiano sempre contro, allora vedi, alla fine contiamo ancora qualcosa.

Ci saremo ancora fra i soliti tanti guai. Privi dei gol di Delporto per un intera mezza stagione (sperando che non succeda come con Corso), senza un mediano che faccia girare tutto. Tanti guai ma poi tutto come al solito passa perché se hai una grande passione torna il sorriso e la voglia di fare non tramonta mai.

Facciamo una fatica tremenda a mantenere questa serie e il bello è che è anche difficile scovare il perché ..ma ci siamo ancora. Senza promesse ai giovani, senza cifre esorbitanti per convincere un campione di categoria a vestire i colori sociali, senza dover passare le domeniche su gradoni (se ci sono) di campi da oratorio sotto l'acqua battente e copiosa della domenica.

Senza proclami, quasi in punta di piedi siamo in una categoria che in tanti ci dico: vi si addice.

*** Un'altra avventura in cui immergersi a capofitto ..perché il FIORE è il FIORE.. da quando eri piccolo, e al campo ci andavi con papà.

"Siamo tutti contenti anche se aumentano le difficoltà. Lo speravano tutti, in particolare la società e i ragazzi reduci dall'ultima stagione, che hanno una gran voglia di riscatto. Dobbiamo però essere consapevoli che sarà una stagione dura, più che una serie D sarà una C2, ma stiamo lavorando duramente perché vogliamo farci trovare pronti". il salmo di oggi. Parola di SALMI

US FIORENZUOLA campionato 2016-2017

E' serie D !




mercoledì 3 agosto 2016

Sabato in amichevole a Lentigione

Continuano le sedute di allenamento aperte al pubblico al campo n.2 in vista dei primi impegni ufficiali della stagione 2016-17.

 
ALESSANDRO NAPOLI e SIMONE PESSAGNO i primi gol del nuovo Fiorenzuola

Sabato è previsto un test amichevole a Lentigione contro la compagine locale del presidente Benassi che militerà in serie D, ex squadra di mister Salmi, Mezgour, Delnevo, Napoli e Pessagno.
La squadra gialloblu è allenata dal confermato Zattarin e annovera fra le sue file: l'esperto centrocampista Filippo Savi, il nostro ex portiere Jean-Marie Comune, e il forte bomber veneto Daniele Rocco (ex Termolan Abano e Imolese) affiancato dall'eterno Miftah e da Bignotti ex Pro Piacenza per un attacco davvero super. Poi c'è il portiere Nicolò Charalambopoulos, cognome non nuovo a Fiorenzuola, Igor Charalambopoulos fu allenatore in seconda ai tempi di Gregorio Mauro. Un test importante per noi.

In attesa di sapere che campionato si disputerà, sembra che si saprà domani giovedì 4 agosto è quasi certa la graduatoria dei ripescaggi che ci vede al 4 posto :
1. Scandicci
2. San Donato Tavernelle
3. Sansepolcro
4. Sancataldese
5. Caravaggio
6. Vigasio
7. Fiorenzuola
8. Picerno
9. Serpentara Bellegra Olevano

Nella prima uscita di domenica scorsa contro la formazione Berretti del Parma allenata da Stefano Morrone sono andati in gol : Alessadro Napoli (doppietta), Pessagno (doppietta), Guglieri e il giovane fiorenzuolano Calogero Simone.


lunedì 1 agosto 2016

per la mediana c'è ARATI

Un colpo di mercato importante messo a segno dal vicepresidente Luca Baldrighi in vista del possibile ripescaggio in serie D.
Dalla Jesina (serie D marchigiana) arriva il centrocampista reggiano classe 1990 MATTEO ARATI.
Arati (non Arata) è cresciuto nelle giovanili della Reggiana dove ha esordito in Lega Pro nel campionato 2008-09 (a soli 18 anni) agli ordini di mister Alessandro Pane. Un frammezzo da protagonista nella Primavera della Fiorentina di Sergio Buso poi il ritorno a casa con 5 campionati in serie C con la casacca granata collezionando una quarantina di presenze. Nel gennaio 2014 firma con l'ambiziosa Virtus Bassano allenata da Petrone. Nella stagione 2014-15 passa alla Pro Patria di Montanari, sempre in serie C (25 presenze).
Nello scorso campionato, è approdato alla Jesina a campionato di serie D in corso. Con la squadra biancorossa ultima in classifica a zero punti, il nuovo centrocampista rosso-nero è stato fra i protagonisti della risalita della compagine marchigiana che ha chiuso il campionato a metà classifica.
Mediano puro da piazzare davanti alla difesa per far giostrare la squadra, Arati può essere impiegato anche da mezz'ala. Arati che arriva a Fiorenzuola nel pieno della maturità (26 anni) può garantire tecnica ed esperienza al reparto rimasto orfano di un altro reggiano: Alessandro Sessi.
Dalla Jesina avevamo già pescato anni fa. Con l'arrivo di Centofanti che grazie ai suoi gol contribuì non di poco alla salvezza in serie D campionato 2002-03.
Arati impreziosisce un organico ben costruito e va affiancare i vari Petrelli, Pessagno e Guglieri per un centrocampo che promette cose davvero interessanti da vivere la domenica.